BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

PROF UCCISO CON LA BALESTRA/ 13 anni, quando il "desiderio" di esserci indurisce il cuore

InfophotoInfophoto

Può accadere che alcuni non riescano a riflettere su ciò in cui si trovano immersi e imbocchino la strada dell’imitazione di gesti e comportamenti di forza nell’intento di affermare la loro presenza. E per questo tutti i modi sono buoni. Ma questa volta, purtroppo, il giusto desiderio di esserci, ha indurito il cuore e l’ha reso sordo e cupo a parole che, si può immaginare, per quanto severe, non possono scatenare la voglia di ferire.

Il giusto desiderio di esserci ha armato le mani e le hanno condotte, queste sì a ferire, a uccidere. L’omicida è in ogni caso un povero ragazzo, a cui augurare che incontri, nel cammino di pena previsto anche per lui, persone che, volendogli bene, sappiano correggere la sua precoce violenza.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
21/04/2015 - L'animo umano (claudia mazzola)

Ho visto un ragazzo di quell'età che ringraziava Dio per essere ancora vivo. Non siamo tutti uguali.