BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SHOEN UEMURA / Il doodle di Google per l'artista giapponese

Pubblicazione:giovedì 23 aprile 2015

Il logo di Google Il logo di Google

SHOEN UEMURA: IL DOODLE DI GOOGLE PER LEI - Google celebra oggi con un nuovo doodle il 140esimo anniversario della nascita di Shoen Uemura, pseudonimo dell’artista Uemura Tsune. Nota in particolare per i suoi dipinti di donne, la pittrice è nata a Shimogyo-ku, Kyoto, il 23 aprile 1875 ed è morta il 27 agosto 1949. Ha anche prodotto lavori su temi storici e argomenti tradizionali. Il doodle ritrae una donna giapponese in chimono arancione con il fiocco giallo su sfondo beige con ai lati fiori arancioni e gialli con foglie verdi e figure geometriche: una bianca e arancione, l’altra blu e azzurra. Il logo sarà disponibile solo in alcuni Paesi, quali Argentina, Perù, Islanda, Irlanda, Portogallo, Svezia, Serbia, Ucraina, Kenya e Giappone. Vincitrice di alcuni premi, tra i quali si ricordano il premio locale nel 1898 con un lavoro scelto per la Mostra del Nuovo e Vecchio Art e il suo primo premio nazionale nel 1900 per un altro dipinto. (Serena Marotta)

CHI E' SHOEN UEMURA - Shoen Uemura è il nome d'arte dell'artista giapponese Uemura Tsune, che nacque nell'aprile del 1875 in una famiglia molto povera: suo padre infatti era un commerciante del tè e morì in un incidente sul lavoro due mesi prima che la piccola nascesse. La madre di Uemura, dopo la morte del marito, rivestì il ruolo di capofamiglia ed educò i suoi tre figli: durante l'infanzia, Uemura iniziò a dipingere diversi quadri, che ritraevano le figure umane ritratte in pose naturali ed in momenti di vita comune. Notando che i suoi quadri venivano particolarmente apprezzati, seppur piccola Uemura decise di intraprendere la carriera di pittrice e sua madre, colpita da tale decisione, per assicurare alla figlia un futuro migliore decise di acconsentire senza mai opporsi al volere della figlia. Uemura dunque studiò presso la scuola di pittura di Kyoto, la Prefectural Painint School, dove il suo tocco preciso e le poche sbavature le permisero di farsi notare. I suoi quadri impressionarono tantissimo la critica del tempo, e uno in particolare le permise di divenire famosa e ricevere tanti premi: si tratta del quadro La bellezza delle quattro stagioni, entrato di diritto nella storia del'arte orientale, vista la bellezza che lo rendeva unico. Nel 1930, quando aveva circa cinquant'anni, la pittrice continuava a produrre e creare quadri, ed uno di questi è divenuto altrettanto famoso: in questo caso di parla dell'opera nominata Noh Dance Prelude, in cui viene ritratta una donna di origini asiatiche vestita in rosso e con la classica pettinatura giapponese del 1907. Successivamente, Uemura continuò a dipingere quadri che ritraevano la vita comune in tutto l'oriente, e grazie ad essi divenne sempre più famosa, tanto che venne invitata all'Accademia delle Arti Imperiali nel 1947, divenendo la prima donna in assoluto ad essere invitata a tale manifestazione. L'artista morì il 27 agosto 1949.



© Riproduzione Riservata.