BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ Caro Russell Crowe, Gesù non è un "calcolo" di Scientology

Russell Crowe (Infophoto) Russell Crowe (Infophoto)

Altro che opuscolo. Nel cristianesimo, l'unica religione in cui è Dio che ti viene a cercare e non il contrario, il rapporto non è con "un fondamento" ma con Gesù e Lui non lo misurerai mai, non lo conoscerai mai abbastanza, perché fa nuove tutte le cose. Ogni giorno con Lui è fu sera e fu mattina. Con Lui l'incontro è oggi e domani è un'altra storia: la nostra storia, la mia e la sua. Non c'è un opuscolo, non c'è una risposta a tutto, ma un incontro per tutti, una storia personale. E debbo andare ogni giorno ad incontrarlo. E quindi nessuna matematica, fisica, in cui tutto è misurato, pesato, ben mescolato e risolto, ma avere fede in una persona. Un atto di fede è l'atto più libero che ci sia e quindi il più umano, il più dignitoso, che un uomo possa fare. 

Ma ci vuole coraggio. Ci vuole la conoscenza dell'amore. Rischioso l'amore. Ci lasci la vita quando ami. E ne abbiamo una sola. Nella religione cristiana l'incontro con Dio non è una metafora, ma è proprio così, è un appuntamento. Gesù, uomo e Dio, viene qui, nella mia vita. Nessun click. Non devo alzare gli occhi al cielo, basta che giro la testa. È lì. Dove sono io.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
27/04/2015 - ma perchè perdere tempo con i Vip? (Pierfrancesco Bernieri)

la preoccupazione moralistica che nasce da non si sa quale etica di dover dare un giudizio sulle esternazioni dei personaggi pubblici e in particolare, attori, rockstar e simili da parte di sacerdoti che forse invece di perdere tempo in queste chiacchere da ber( certo parliamo di teologia ma da bar) e farsi il proprio blog come don Mauro e molti altri preti (la cosa è in aumento). Come tanti talenti quali scrittori, cantanti e attori che hanno da una parte la loro indiscutibile bravura dall'altra la loro evidente fragilità umana con la quale devo far sempre sapere al mondo le loro esternazioni e/o paranoie su questo o quell'argomento, ebbene sinceramente ne faremmo tutti quanti a meno. Come ne farei a meno di vedere, non mi obbliga nessuno lo so, sacerdoti e compagnia bella chiaccherare su Cristo, la Chiesa e la Teologia con questa o quella tendenza più o meno tradizionalista o neutra di fronte, su i loro blog e siti personali e che secondo me cozzano con quello che Papa Francesco diceva sulle chiacchere, a preti e vescovi...

 
27/04/2015 - Questo è il ctristianesimo. (claudia mazzola)

E' proprio così, Gesù è un incontro ad personam! Ed è così bello non conoscere quello che mi si fa incontro,ogni volta è una scoperta. Ad esempio stamane ho visto Gioacchino, 7 mesi, mi spiegato la parabola dell'indice di gradimento: per 5 minuti non ha fatto altro che guardarsi quel dito,come fosse la prima volta lo vedesse e molto grato se lo metteva in bocca. I suoi occhi,come quelli di Gesù, mi hanno annunciato gioia e amore.