BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ Il 9 aprile si festeggia San Edesio Martire

Tra i Santi che vengono ricordati il 9 aprile c’è San Edesio Martire. La nascita di San Edesio Martire è presumibilmente indicata intorno al I secolo. Vediamo chi è il santo. 

foto:Infophotofoto:Infophoto

Tra i Santi che vengono ricordati il 9 aprile c’è San Edesio Martire. La nascita di San Edesio Martire è presumibilmente indicata intorno al I secolo e la data della morte è avvenuta molto probabilmente nell'anno 306. Per quanto riguarda il luogo di nascita, San Edesio Martire è nato a Licia, una città dell'Asia Minore. Tra l'altro il Santo è anche fratello di Appiano, che è stato anch'esso considerato Santo dalla Chiesa Cattolica. Buona parte delle testimonianze che ci danno notizie sulla vita di Santo Edesio ci sono pervenute grazie allo storico Eusebio di Cesarea, il quale sosteneva che San Edesio Martire fu un filosofo e che, solo in un secondo momento decise di convertirsi alla religione cristiana. San Edesio visse durante il regno di Massimino. Edesio nacque in un agiata famiglia che non risparmiò denari sulla educazione dei propri figli e sulla formazione scolastica. Si dice che edesio, rispetto ai fratelli fosse quello più portato nella disciplina delle lettere e, in special modo del latino e del greco oltre che nella filosofia. Sembra che abbia studiato a Cesarea, la città più dotta di quel tempo e, per questo motivo, ha dovuto staccarsi dalla sua famiglia. A causa della sua conversione al cristianesimo, il Santo venne arrestato più volte e fu costretto ai lavori forzati nelle miniere della Palestina. Edesio accettò con grande forza d'animo e profonda fede tutte le gravi prove a cui è stato posto dal suo stesso Dio verso il quale si era convertito. A quel tempo il Santo era ancora molto giovane, poiché non aveva nemmeno raggiunto i vent'anni di età. Quando venne liberato si rifugiò in Palestina, ma il suo martirio è riconducibile, in particolare, ad un episodio molto grave: il giudice di quel tempo (si dice che i giudici in quel tempo fossero particolarmente ingiusti e crudeli) consegnò agli sfruttatori alcune vergini che furono precedentemente consacrate a Dio. Il giudice costrinse queste vergini a lavorare presso i bordelli come prostitute ed Edesio, non sopportando la vista di questa terribile condanna rivolta alle vergini, si oppose a questa realtà biasimando in maniera plateale il giudice. Questo suo gesto gli costò molto caro: Edesio venne arrestato, venne barbaramente torturato e, infine, venne anche annegato in mare. Tutto questo avvenne nella città di Alessandria e proprio per questo motivo il filosofo Edesio venne santificato e, secondo il Martirologio Romano egli venne anche considerato un Martire che, come già accennato, viene ricordato il 9 aprile di ogni anno.

© Riproduzione Riservata.