BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STRAGE TUNISIA/ Museo del Bardo: arrestato un nordafricano. Era arrivato in Italia con un barcone

Pubblicazione:mercoledì 20 maggio 2015 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 20 maggio 2015, 12.20

Immagine di archivio Immagine di archivio

STRAGE TUNISI ARRESTATO UN NORDAFRICANO -  Nuovi particolari sul marocchino arrestato nei pressi di Milano a Gaggiano e coinvolto nella strage di Tunisi. Si chiama Touil Abdel Majid, ha 22 anni e si trovava presso parenti. Il 17 febbraio scorso il giovane era sbarcato in Italia con altri immigrati da uno dei tanti barconi, identificato ed espulso dal questore di Agrigento. Di lui non si sa più nulla fino a quando, secondo le accuse, prende parte alla strage al museo del Bardo di Tunisi. Come poi sia di nuovo tornato in Italia al momento non è stato chiarito. A Gaggiano vivono la madre e i fratelli tutti con regolare permesso di soggiorno. E' accusato di omicidio, sequestro di persona, adesione a organizzazione terroristica. 

STRAGE TUNISI ARRESTATO UN NORDAFRICANO - Un nordafricano di 22 anni di età è stato arrestato in provincia di Milano nell'ambito delle indagini sulla strage al museo del Bardo di Tunisi dello scorso 18 marzo. Lo ha comunicato la polizia di Stato italiana senza rivelare altri particolari, non si sa al momento che ruolo avesse avuto nell'episodio sanguinario in cui morirono 24 persone e 50 rimasero ferite. Preoccupante il fatto che uno dei terroristi di un atto così criminoso avesse trovato rifugio in Italia, adesso bisognerà sapere come ha fatto a entrare senza problemi nel nostro Paese. 



© Riproduzione Riservata.