BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

FEDERICO MOCCIA/ Lo scrittore a Papa Francesco: i Promessi Sposi? Si legga "Tre metri sopra il cielo"

Educare i giovani “alla difficoltà della vita, alla fragilità dell’amore”. È quello che afferma Federico Moccia rispondendo alle parole del papa, che ha invitato a non dimenticare Manzoni

foto:Infophotofoto:Infophoto

Educare i giovani “alla difficoltà della vita, alla fragilità dell’amore”. Non solo i lati positivi dell’amore, ma anche le delusioni. Lo sostiene lo scrittore Federico Moccia rispondendo alle parole di Papa Francesco che ieri, durante l'udienza generale, ha invitato le coppie a non dimenticare i Promessi Sposi di Manzoni. Moccia dice che è necessario "far vedere di più i lati negativi della vita, come ad esempio un genitore possa deludere o come l'amore possa finire". Lo scrittore, che non intende “essere irriverente”, invita il Santo Padre a leggere anche “Tre metri sopra il cielo”, che parla della “difficoltà della vita dei nostri giorni. È un libro che insegna ad accettare le sconfitte ed educa all'amore”. (Serena Marotta) 

© Riproduzione Riservata.