BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Yara Gambirasio / News, Presidente Autorità per la Privacy: "No a processi mediatici" (oggi, 4 maggio 2015)

Nuovo appuntamento in aula per Massimo Bossetti, arrivato questa mattina presso il Tribunale di Bergamo. L'uomo, arrestato il 16 giugno scorso, è accusato di aver ucciso Yara Gambirasio

Massimo Bossetti Massimo Bossetti

YARA GAMBIRASIO, NEWS: PRESIDENTE AUTORITA’ GARANTE PRIVACY CONTRO PROCESSI MEDIATICI - Il massmediologo di origini svizzere Klaus Davi, nell’ambito del proprio programma Klauscondicio, ha intervistato il presidente dell’autorità Garante della Privacy, Antonello Soro. Nel corso dell’intervista si è parlato del problema della privacy in Italia e di come molto spesso nel nostro Paese i processi prima che nelle aule di tribunali, vengano fatte dai mass media. A tal proposito Soro ha voluto fare esplicito riferimento al processo per l’omicidio di Yara Gambirasio che prenderà inizio il prossimo 3 luglio e che vedrà come imputato Massimo Bossetti. Il presidente dell’autorità Garante della privacy, ha voluto rimarcare come “Prima ancora dell'avvio del vero e proprio processo, il cittadino Bossetti è stato trattato in modo incivile e rappresentato come un mostro in prima pagina”. Soro si è inoltre scagliato contro i giornalisti rimarcando come non spetti a loro emettere sentenze. Clicca qui per vedere video intervista.

YARA GAMBIRASIO, NEWS - Nuovo appuntamento in aula per Massimo Bossetti, arrivato questa mattina presso il Tribunale di Bergamo per la formazione del fascicolo del dibattimento che prenderà ufficialmente il via il prossimo 3 luglio. Si tratta di un’udienza sostanzialmente tecnica per il muratore di Mapello che ha deciso di partecipare in prima persona a ogni fase dell’iter processuale. Dopo essere stato arrestato il 16 giugno scorso con l’accusa di aver ucciso Yara Gambirasio la sera del 26 novembre 2010, l’uomo è stato rinviato a giudizio la scorsa settimana: questa mattina è stato portato in aula dagli agenti della polizia penitenziaria verso le 8.30, mentre pochi minuti più tardi sono arrivati anche i suoi avvocati e il pm Letizia Ruggeri. Non è ancora chiaro se Bossetti vorrà nuovamente rilasciare dichiarazioni spontanee.

© Riproduzione Riservata.