BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ENCICLICA LAUDATO SI'/ Bellieni: uno sguardo nuovo da non ridurre a una predica bucolica

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Papa Francesco (Infophoto)  Papa Francesco (Infophoto)

3. Terza chiave di lettura è la competenza. Entrare nell’agone dell’ecologia con esempi chiari e verificabili è un passo importante per gettare ponti; così parla della internazionalizzazione dell’Amazzonia, della scomparsa delle specie, di idrocarburi, di spugne, alghe e plancton. E, parlando delle difficoltà di intervento reale ed efficiente incolpa la debolezza delle reazioni internazionali verso l’evidente diseguaglianza della distribuzione delle risorse e verso il consumo ineguale di esse.

Ci sarà chi vuole vedere in questo testo un messaggio secondo vecchie categorie di divisione politica che gli sono estranee; e che sono estranee anche alla gente. Ma l’utilitarismo e la tecnocrazia non sono estranee, sono padrone in casa nostra; per questo il dito del Papa è puntato lì. L’utilitarismo finisce con l’assorbire nella sua scia anche certo ecologismo, quello che vede l’uomo (e di solito l’uomo dei paesi poveri) come un rischio per il pianeta, quello che non pensa a ridistribuire ma a creare terrore, quello che è discriminatoriamente specista (conservare la vita solo delle specie viventi “belle”, delle altre poco importa!), quello che insegna a non sprecare solo quando le risorse finiscono, che non è preveggente e preventivo. Troppi interventi ecologisti (quasi tutti, basti pensare alle alluvioni o ai terremoti) oggi sono interventi di emergenza, quando il danno è fatto. Perché non si sa guardare con rispetto e stupore ma solo correre ai ripari quando è troppo tardi.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.