BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ENCICLICA LAUDATO SI'/ Francesco ci dona lo sguardo del "primo giorno"

Pubblicazione:venerdì 19 giugno 2015

Papa Francesco (Infophoto) Papa Francesco (Infophoto)

Chi conosce appena un poco gli scritti, la vita e la spiritualità profondamente cristocentrica di san Francesco, sa quanto superficiali e fuorvianti siano alcune letture che ne fanno il primo santo "verde" della storia. Ma proprio per questo non può non riconoscere che lo sguardo del Poverello d'Assisi — peraltro morto quasi cieco! — sul creato era colmo di tenerezza e commozione perché era lo sguardo di chi nel creato riconosce la presenza e la potenza della Resurrezione di Cristo, la luce del mattino di Pasqua che rigenera ogni cosa e che la Scrittura e la liturgia della Chiesa ci presentano come una nuova creazione, come un nuovo "primo giorno".

Anche l'enciclica Laudato si', fin dalla prima lettura, si mostra dominata da questo stesso sguardo. Uno sguardo che non può mai astenersi dal proclamare che l'uomo è fatto per condividere la medesima pienezza di vita del Suo Creatore. E che proprio per questo sa guardare dentro ogni povertà e miseria, non per restare in esse avviluppato, ma per annunciare fin "nel profondo degli inferi" la realtà della Risurrezione, che diviene attraverso la Fede una concreta possibilità per ogni uomo, in un cammino da cui nessuno può essere escluso.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.