BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PICCIONI / Sorpresa a sfamare i volatili: denunciata

Pubblicazione:

foto:Infophoto  foto:Infophoto

E’ nota per la sua passione di sfamare i piccioni, passione che alla donna è costata cara: la sessantenne è stata arrestata per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni volontarie, come riporta “Il secolo XIX”. Secondo il giornale, infatti, la donna avrebbe ingranato la marcia investendo i due vigili che volevano multarla per averla sorpresa mentre dava da mangiare ai volatili a La Spezia. Una dinamica dei fatti diversa è quella raccontata dal quotidiano online “Città della Spezia”. Secondo questo quotidiano, la sessantenne ha utilizzato la macchina di un parente, dove avrebbe messo sessantacinque chilogrammi di granaglie per sfamare piccioni e gabbiani, e infischiandosene dell’alt intimato dai vigili, si sarebbe data alla fuga andando contromano per il centro città, eludendo anche un semaforo rosso. Così per la sessantenne spezzina sono scattate due denunce e una sfilza di sanzioni. Già in passato la donna, sempre secondo il quotidiano online, era stata denunciata cinque volte per guida senza patente e per aver tentato di investire un vigile urbano, sempre per lo stesso motivo: sfamare i volatili. Tutto è accaduto in prossimità di via Vecchio Ospedale, quando gli agenti l’hanno seguita. Lei ha forzato il posto di blocco e poi in contromano è fuggita, passando il semaforo rosso. La sua corsa è finita in via Chiodo, dove è stata bloccata dagli agenti, che hanno sequestrato il mangime e dovrà pagare una multa di 200 euro per la somministrazione di cibo ai piccioni, più altri 800 euro di sanzioni per guida senza patente e contromano, passaggio con il semaforo rosso e mancato rispetto dell’alt. Con lei, però, a finire nei guai anche un parente, che è stato denunciato per averle prestato l’auto, pur sapendo che la donna non era in possesso di patente. (Serena Marotta) 



© Riproduzione Riservata.