BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SALDI ESTIVI 2015 / Quando iniziano? Calendario e date, regione per regione. Roma, sconti al via con la speranza di ripresa

Saldi estivi 2015 al via in tutte le regioni italiane l'appuntamento è fissato con la prima settimana di luglio. Ecco le date di inizio dei saldi estivi, regione per regione. 

Saldi estivi (Infophoto2) Saldi estivi (Infophoto2)

SALDI ESTIVI 2015, IL CALENDARIO E LE DATE: ROMA, SEGNALI E SPERANZE DI RIPRESA - Inizieranno sabato 4 luglio i saldi estivi a Roma, come confermato dall'assessore regionale allo Sviluppo Economico Guido Fabiani, che ha auspicato continuità nella ripresa dell'economia laziale, che nei mesi scorsi ha dato "timidi segnali di ripresa". Dello stesso avviso il presidente della Confcommercio Lazio Rosario Cerra che, intervistato da "Repubblica.it" si è detto fiducioso su una possibile conferma del trend positivo, iniziato con i saldi invernali, in cui si è registrato un aumento della spesa del 4,9% rispetto a gennaio 2014. Secondo Cerra un ulteriore incremento, anche nei dati sui saldi estivi, certificherebbero la ripresa, seppur lenta, dei consumi nel Lazio. Il presidente di Confcommercio Lazio ha messo in guardia i consumatori dalle frodi e ha condannato il comportamento dei negozianti che, sotto altre forme, stanno già proponendo i saldi, in anticipo rispetto alla data di inizio ufficiale.

SALDI ESTIVI 2015, IL CALENDARIO E LE DATE: LE REGOLE IN LOMBARDIA – Prenderanno il via sabato 4 luglio i saldi estivi in tutta la Lombardia. A pochi giorni dall’inizio degli sconti, proprio sul sito della Regione sono state ricordate le regole principali: i commercianti hanno l'obbligo di esporre, accanto al prodotto, il prezzo iniziale e la percentuale dello sconto o del ribasso (è invece facoltativa l’indicazione del prezzo di vendita conseguente allo sconto o ribasso). Inoltre l'operatore commerciale ha anche l'obbligo di fornire informazioni veritiere in merito agli sconti praticati sia nelle comunicazioni pubblicitarie (che, anche graficamente, non devono essere presentate in modo ingannevole per il consumatore) sia nelle indicazioni dei prezzi nei locali di vendita; non può inoltre indicare prezzi ulteriori e diversi e deve essere in grado di dimostrare agli organi di controllo la veridicità delle informazioni relative al prodotto. La Regione Lombardia ricorda anche che "i prodotti in saldo devono essere separati da quelli eventualmente posti in vendita a prezzo normale (se ciò non è possibile, cartelli o altri mezzi devono fornire al consumatore informazioni inequivocabili e non ingannevoli). Se il prodotto risulta difettoso, il consumatore può richiedere la sostituzione dell’articolo stesso o il rimborso del prezzo pagato dietro presentazione dello scontrino, che occorre quindi conservare".

SALDI ESTIVI 2015, IL CALENDARIO E LE DATE: SANZIONI PER CHI INIZIA PRIMA – A meno di due settimane dall’inizio dei saldi estivi, in alcune regioni italiane sono state ricordate le sanzioni nelle quali possono incorrere gli esercenti che anticipano sconti ed offerte. In Veneto, ad esempio, il presidente regionale della Federazione Moda Italia Giannino Gabriel ha voluto stigmatizzare "il comportamento di alcuni operatori e catene di negozi di abbigliamento che, con il pretesto del rinnovo dei locali o con altre motivazioni, hanno di fatto già aperto la stagione dei saldi". "Tutti vogliamo offrire ai clienti i prodotti migliori a prezzi  competitivi: perciò confidiamo nei saldi - ha aggiunto il presidente di Confcommercio Veneto Massimo Zanon - Ma  fino alla data d'inizio ufficiale, per evitare di incorrere in sanzioni è bene che tutti rispettino le regole. Siamo tutti alle prese con la crisi e con consumi fermi al palo. Una timida ripresa c'è, ma le famiglie e le imprese ancora non la sentono. Evitiamo di farci del  male tra noi con fughe in avanti che alla fine danneggiano tutti".

SALDI ESTIVI 2015, IL CALENDARIO E LE DATE: SCATTANO I CONTROLLI DELLA POLZIA MUNICIPALE PER VERIFICARE IL RISPETTO DELLE REGOLE – Manca poco più di una settimana dall’inizio dei saldi estivi e come ogni anno in questo periodo, sono moltissimi i commercianti che, utilizzando vari stratagemmi, provano ad eludere i controlli ed anticipare l’inizio delle tanto attese promozioni. I commercianti insomma provano a dribblare gli effetti di una crisi ancora presente in tutto Paese, incentivando i clienti ad effettuare acquisti proponendo affari di ogni genere. Si va dall’invio del classico sms promozionale ai clienti abitudinari fino al dipingere le vetrine con colori molto forti in maniera tale da far capire che c’è aria di saldi. Nelle varie citta italiane, i vigili stanno effettuando i necessari controlli per impedire tali situazione ma è un qualcosa di poco gestibile tant’è che da più parti è arrivata la richiesta di liberalizzare il settore sotto tale punto di vista.

SALDI ESTIVI 2015, IL CALENDARIO E LE DATE. IL VADEMECUM DI ADICONSUM - Come ogni anno, a pochi giorni dall’inizio dei saldi estivi arriva puntuale il vademecum di Adiconsum, l’Associazione italiana difesa consumatori e ambiente promossa dalla CISL. Dieci i preziosi consigli per i cittadini che andranno a fare acquisti: innanzitutto, scrive l'associazione, sull'oggetto in saldo deve essere sempre riportato il prezzo d'origine non scontato, la percentuale di sconto applicata e il prezzo finale. E' meglio poi diffidare di quei negozi che espongono cartelli con sconti esagerati e fare riferimento a negozi già conosciuti per acquistare la merce in saldo: sconti superiori al 50-60 per cento nascondono spesso merce non proprio nuova. Fare attenzione all'eventuale presenza di merce venduta a prezzo pieno insieme alla merce in sconto, e ricordarsi di confrontare i prezzi con quelli di altri negozi, magari annotando il prezzo di un capo o della merce a cui si è interessati. È bene verificare che il prodotto offerto in vetrina sia lo stesso che verrà presentato in negozio, ma l'Adiconsum ricorda anche che nel periodo dei saldi i negozianti che normalmente accettano pagamenti con bancomat o carte di credito ed espongono il relativo logo sono tenuti ad accettare i pagamenti elettronici. Diffidare dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati e non provati, anche se è a discrezione del commerciante consentire o meno di fare provare la merce. Chi vuol fare regali faccia attenzione perché si può cambiare solo ed esclusivamente la merce difettosa che deve essere riconsegnata al commerciante entro 2 mesi dalla scoperta del difetto (non si può sostituire la merce se avete cambiato idea sul colore o sul modello). È bene inoltre conservare sempre lo scontrino per potere eventualmente cambiare la merce difettosa. Infine, qualora il commerciante si rifiuti di cambiare un articolo difettoso in saldo o non voglia restituirvi i soldi, rivolgetevi alla Polizia Municipale e segnalate il caso alle sedi.

SALDI ESTIVI 2015, IL CALENDARIO E LE DATE. ECCO IL MINI DRESS SCONTATO - Sta per finire il mese di giugno e come ogni anno, nella prima settimana di luglio, inizieranno i saldi estivi 2015. Chi vuole rinnovare il proprio guardaroba potrà farlo a prezzi scontati. La scelta è vasta. Cercate qualcosa di femminile e seducente, magari a prezzi scontati? Ecco allora il mini dress per la primavera/estate 2015 che “Vogue.it” ha selezionato per permettere a chi lo vorrà di poterlo acquistare per questi saldi estivi 2015. Si tratta di un abito nero, mini, con l’allacciatura al collo e dei disegni che lasciano intravedere i fianchi. Ma c’è di più. Si possono scegliere anche altre griffe, come quella di Saint Laurent, Dolce & Gabbana, Giambra, Fendi e Miu Miu. A voi la scelta.

SALDI ESTIVI 2015: IL CALENDARIO E LE DATE - Luglio è tradizionalmente il mese dei saldi estivi e anche quest'anno non farà eccezione: i saldi estivi inizieranno durante la prima settimana di luglio, con data di inizio differenziata a seconda della regione. I saldi, in tempi di crisi perdurante come quelli che stiamo vivendo, rappresentano un'occasione importante per chi è intenzionato ad acquistare, a prezzo scontato, il capo d'abbigliamento a lungo rincorso o semplicemente per chi è intenzionato a rinnovare il guardaroba, in vista della lunga stagione estiva appena iniziata e perchè no, anche per la prossima stagione autunnale. Come di consueto, le associazioni dei consumatori hanno messo in guardia i potenziali acquirenti dalle frodi, raccomandando di monitorare il prezzo del capo desiderato, in maniera da verificare l'effettività dello sconto, e diffidendo da prezzi eccessivamente bassi, che potrebbero nascondere difetti di vario tipo. Quando inizieranno i saldi estivi? In linea di massima l'appuntamento è fissato con la prima settimana di luglio, più precisamente nel weekend, con data differenziata a seconda della regione. Venerdì 3 luglio partiranno i saldi in Basilicata, Calabria, Campania e Puglia mentre, nelle altre regioni (e quindi in città come Roma e Milano, mete preferite degli amanti dello shopping, in giorni di saldi) i saldi estivi inizieranno sabato 4 luglio.

© Riproduzione Riservata.