BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

CHIRURGIA/ Registra le conversazioni dei dottori durante l'operazione: insulti e prese in giro

Un paziente ha registrato le conversazioni del personale medico che lo stava operando: insulti e diagnosi false, ha ottenuto 500mila dollari di risarcimento danni

Immagine di archivioImmagine di archivio

Che cosa si dicono i chirurghi mentre voi siete addormentati in anestesia durante l'operazione? Secondo quanto ha registrato un paziente americano, insulti pesantissimi e prese in giro ai danni del malato. E' successo a Reston, in Virginia, negli Stati Uniti, e quello che è venuto fuori è stato talmente scioccante per il paziente che ha sporto denuncia: il tribunale ha condannato i dottori a pagargli 500mila dollari di danni. L'uomo aveva portato con sé il suo smartphone in sala operatoria perché voleva essere sicuro di capire bene le indicazioni post operatorie, doveva fare una colonscopia, che serve per capire se si soffre di cancro al colon o al retto, una pratica che viene consigliata a tutti gli uomini che hanno superato i 50 anni di età. Inavvertitamente ha schiacciato il tasto record a inizio delle operazioni e una volta a casa è rimasto di sasso a sentire cosa si dicevano tra di loro dottori e assistenti. Ad esempio inventarsi una falsa diagnosi scrivendo sulla sua cartella che soffre di emorroidi, cosa non vera, oppure di tirargli un pugno in faccia e pesanti prese in giro del tipo, se non ha l'Ebola allora va tutto bene, ma non avrà mica la sifilide? Nel suo stato di seminincoscienza il paziente a un certo punto ha guardato un ago che gli veniva messo in vena e l'assistente ha commentato: "Cosa hai da guardare idiota?". Il tribunale ha condannato a pagare al paziente 100mila dollari per diffamazione e 200mila per negligenza medica e infine altri 200mila in danni morali

© Riproduzione Riservata.