BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SALDI ESTIVI 2015 / Le date di inizio e quanto durano: regole e consigli a Torino

Saldi estivi 2015 al via in tutta Italia nel primo weekend di luglio. I commercianti di Catania, intervistati da Confesercenti, vedono pochi segnali di ripresa. 

Saldi estivi (Infophoto2) Saldi estivi (Infophoto2)

SALDI ESTIVI 2015, LE DATE DI INIZIO E QUANTO DURANO: REGOLE E CONSIGLI A TORINO - Al via i saldi estivi 2015 anche a Torino, dove gli sconti si potranno trovare dal 4 luglio al 29 agosto 2015. Il Comune del capoluogo piemontese ricorda che in tutti i negozi che effettuano i saldi deve essere esposta copia dell’informativa per i consumatoricon le principali regole osservate per i saldi di fine stagione. In caso di violazione di tali disposizioni il consumatore potrà rivolgersi alla Polizia Municipale. Inoltre lo sconto o ribasso effettuato dovrà essere espresso in percentuale sul prezzo normale di vendita che deve essere comunque esposto. Per ogni altro consiglio o suggerimento si ricorda di consultare il vademecum per i saldi di Altroconsumo.

SALDI ESTIVI 2015, LE DATE DI INIZIO E QUANTO DURANO: "RIMINI SHOPPING NIGHT", APERTURE STRAORDINARIE A RIMINI - I saldi estivi 2015 stanno per iniziare e a Rimini cresce la febbre per lo shopping. La città romagnola ha perfino dedicato un evento agli acquisti, l'attesissima "Rimini shopping night" che si terrà mercoledì 1 luglio. Le bouriques del centro storico di Rimini resteranno aperte fino alle 23: oltre all'apertura straordinaria ci saranno poi mercatini, dj set, cocktail e menù a tema. L'evento è organizzato dal comitato CentoperCentro: l'iniziativa inizierà alle 17 e coinvolgerà tutti gli esercizi commerciali del centro, dai grandi brand alle botteghe storiche, passando per bar e ristoranti. L'iniziativa, che anticipa i saldi, vuole assecondare i ritmi più blandi dell'estetate: la sua prima edizione è stata lo scorso dicembre, quando la Rimini Shopping Nighta ha coinvolto oltre 150 negozi.

SALDI ESTIVI 2015, LE DATE DI INIZIO E QUANTO DURANO: I CONSIGLI DELLA GUARDIA DI FINANZA - In vista dell’inizio dei saldi estivi 2015, anche la Guardia di Finanza fornisce utili consigli per evitare di avere brutte sorprese (clicca qui per vedere). In questo periodo di sconti bisogna infatti prestare molta attenzione "alle reali opportunità di risparmio, fare una valutazione del rapporto qualità prezzo e ricordare sempre che la riduzione dei prezzi non comporta una diminuzione di diritti di chi compra". Innanzitutto "sarà utile fare un giro qualche giorno prima della data prevista per l’inizio dei saldi per essere sicuri che la merce che si troverà in negozio sia veramente quella di stagione e non un avanzo di magazzino", ricordandosi sempre che "la legge prevede che i saldi non riguardino tutti i prodotti, ma solo quelli di carattere stagionale e quelli suscettibili di notevole deprezzamento se venduti durante una certa stagione o entro un breve periodo di tempo, in quanto fortemente legati alla moda".

SALDI ESTIVI 2015, LE DATE DI INIZIO E QUANTO DURANO: LA DENUNCIA DI CONFESERCENTI PADOVA - A Padova i saldi prenderanno il via sabato 4 luglio, ma qualche "furbetto" ha già iniziato ad applicare gli sconti sulla merce. Lo denuncia Linda Ghiraldo, responsabile del settore moda della Confesercenti Padovana, ricordando che la Legge sulle vendite straordinarie prevede chiaramente che "non si possono fare vendite promozionali nei 30 giorni precedenti l’avvio dei saldi e quindi dal 6 giugno al 4 luglio". Nonostante ciò, tanti consumatori stanno ricevendo in questi giorni sms dai gestori di grandi magazzini che, in modo riservato, li invitano ad acquistare già adesso con sconti dal 20 al 50%.

SALDI ESTIVI 2015: LE PREVISIONI DI CONFESERCENTI - Sabato 4 luglio inizieranno i saldi estivi in Sicilia, periodo propizio per chi è interessato a rinnovare il guardaroba o semplicemente ad acquistare il capo di abbigliamento rincorso da tempo, approfittando degli sconti. I saldi estivi confermeranno i timidi segnali di ripresa dell'economia italiana? A Catania Confesercenti ha condotto un sondaggio sui commercianti, a cui è stata chiesta la percezione sulle intenzioni di acquisto dei cittadini, con risultati poco incoraggianti: i negozianti catanesi non credono nella ripresa dei consumi, nella provincia siciliana, e non prevedono incrementi nelle vendite rispetto ai saldi estivi dello scorso anno, caratterizzati da volumi di vendita deludenti. Secondo il direttore di Confesercenti, Salvo Politino, il settore del commercio resta particolarmente esposto alla crisi ma "i commercianti non si arrenderanno e applicheranno percentuali interessanti di sconto". Politino ha chiesto l'impegno dell'amministrazione, in termini di maggiori controlli, per evitare episodi di concorrenza sleale, e al tempo stesso per "rendere la città più attrattiva", denunciando il caro affitti, la tassazione elevata e l'abusivismo. 

© Riproduzione Riservata.