BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PRIDE MILANO 2015/ Google omaggia il Celebrate Pride pro Lgbt (Milano, 27 giugno)

Pubblicazione:sabato 27 giugno 2015 - Ultimo aggiornamento:sabato 27 giugno 2015, 19.23

Matrimoni Gay (Fonte Infophoto) Matrimoni Gay (Fonte Infophoto)

PRIDE MILANO 2015, PIAZZA DUCA D'AOSTA, LA SFILATA ORGANIZZATA DAL PADIFLIONE USA: ANCHE GOOGLE OMAGGIA IL CELEBRATE PRIDE (MILANO, 27 GIUGNO) - Google omaggia il Celebrate Pride pro Lgbt con una sorpresa riservata a chi digita, sul motore di ricerca, in sequenza, le lettere LGBT. Digitando la sigla compare, a sinistra un cuore colorato con la bandiera arcobaleno, simbolo del movimento, mentre a destra della barra di ricerca prendono forma delle sagome, dipinte con i colori arcobaleno, che si cingono la mano, a testimoniare la vicinanza del gigante dell'informatica (che, però, non ha realizzato alcun doodle celebrativo) ai manifestanti che, sull'onda emotiva della decisione storica della Corte Suprema degli Stati Uniti, chiedono maggiori diritti e la fine di ogni discriminazione. 

PRIDE MILANO 2015, PIAZZA DUCA D'AOSTA, LA SFILATA ORGANIZZATA DAL PADIGLIONE USA. FACEBOOK LANCIA L'APPLICAZIONE CELEBRATE PRIDE (MILANO, 27 GIUGNO) - Scarsa l'affluenza alla contro-manifestazione organizzata da Forza Nuova, in forte contrasto con il Celebrate Pride pro Lgbt. Alla manifestazione, organizzata in Piazza San Carlo, hanno preso parte solo i militanti del partito di estrema destra e non le famigliie, come auspicato invece dagli organizzatori. Il segretario di Forza Nuova Milano, Angelo Barletta, intervistato da "Repubblica.it" ha ribadito che la maggioranza degli italiani è a favore della famiglia tradizionale, sminuendo la scarsa affluenza. "Gente che manifesta contro natura e porta avanti tematiche contro natura", così Barletta ha definito i manifestanti pro Lgbt, criticando il patrocinio concesso al Gay Pride dalla Regione Lombardia. 

PRIDE MILANO 2015, PIAZZA DUCA D'AOSTA, LA SFILATA ORGANIZZATA DAL PADIGLIONE USA. FACEBOOK LANCIA L'APPLICAZIONE CELEBRATE PRIDE (MILANO, 27 GIUGNO)  - E' in corso, a Milano, la manifestazione pro Lgbt Celebrate Pride, partita da Piazza Duca d'Aosta alle ore 16. Intanto arrivano notizie dalla manifestazione che si sta tenendo a Londra, a cui hanno partecipato ben 250 gruppi, partiti da Baker Street: al momento non è chiaro il numero dei partecipanti (nell'ultima edizione furono 750.000), che festeggiano la decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti ma al tempo stesso chiedono maggiori diritti. Forte la presenza della polizia, per scongiurare eventuali attentati terroristici. 

PRIDE MILANO 2015, PIAZZA DUCA D'AOSTA, LA SFILATA ORGANIZZATA DAL PADIGLIONE USA. FACEBOOK LANCIA L'APPLICAZIONE CELEBRATE PRIDE (MILANO, 27 GIUGNO) - Facebook celebra la giornata storica per i diritti dei Lgbt lanciano l'applicazione Celebrate Pride, con cui è possibile celebrare l'orgoglio Lgbt, modificando i colori della propria immagine profilo con i colori della bandiera arcobaleno, simbolo dell'orgoglio gay. Sul social network sono sorti molti gruppi dal nome Celebrate Pride, a cui hanno aderito, in poche ore, migliaia di utenti. Intanto ha preso il via dalla zona adiacente la stazione di Milano, precisamente da Piazza Duca d'Aosta, la sfilata del Gay Pride in cui i Lgbt, che festeggiano la storica decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti, chiedono maggiori diritti e la fine delle discriminazioni.  

PRIDE MILANO 2015, PIAZZA DUCA D'AOSTA, IN 50MILA PER LA SFILATA ORGANIZZATA DAL PADIGLIONE USA A EXPO. IL TWEET DI MIKA PRO LGBT (MILANO, 27 GIUGNO)- A promuovere il Milano Pride 2015 che sta partendo in questi minuti da Piazza Duca d'Aosta sono state molte personalità dello spettacolo. Tra queste, anche alcuni artisti amatissimi come Mika hanno voluto scendere in campo in prima persona, per favorire la mobilitazione a sostegno degli Lgbt. Nella giornata di ieri il libanese ha pubblicato sul suo profilo Instagram una foto con tanto di messaggio:"Io e il mio amico Fedez sosteniamo il Gay Pride domani alle 16 a Milano. È importante partecipare tutti, gay o no #hungry4HumanRights". Clicca qui per vedere la foto!

PRIDE MILANO 2015, PIAZZA DUCA D'AOSTA, IN 50MILA PER LA SFILATA ORGANIZZATA DAL PADIGLIONE USA A EXPO. LE FOTO SU INSTAGRAM (MILANO, 27 GIUGNO)- Scatterà tra meno di un'ora il Milano Pride 2015, sfilata con partenza da Piazza Duca d'Aosta e arrivo a Porta Venezia, organizzata dal Padiglione Usa ad Expo. Nel frattempo su Instagram l'account "Biber Architects", responsabile del design del padiglione americano a Milano, ha pubblicato la foto di un gremito gruppo di persone pronte a prendere il via al corteo. Questo il commento a margine:"Cartolina da Expo 2015....una fantastica manifestazione del #MilanoPride con migliaia di persone al Padiglione Usa. #hungry4humanrights. Chiaro dunque il riferimento dell'ultimo hashtag al tema dell'Expo, legato all'alimentazione: in questo caso però, i partecipanti, sono "affamati di diritti umani".

PRIDE MILANO 2015, PIAZZA DUCA D'AOSTA, IN 50MILA PER LA SFILATA ORGANIZZATA DAL PADIGLIONE USA A EXPO. INTANTO IN AMERICA VIA LIBERA AI MATRIMONI GAY (MILANO, 27 GIUGNO)- È prevista per le ore 16 a Milano, in Piazza Duca d'Aosta, la partenza del corteo del Gay Pride, ribattezzato, vista la sede della sfilata, e la concomitanza con un evento di portata internazionale quale Expo, "Milano Pride 2015". A partecipare alla manifestazione organizzata per affermare i diritti degli omosessuali, saranno secondo le previsioni in 50mila, richiamati probabilmente oltre che dallo spirito dell'iniziativa, anche dall'appello di alcuni personaggi dello spettacolo, non ultimi i due cantanti Mika e Fedez, che hanno invitato "tutti a partecipare. Gay o no". L'evento, che vedrà la sua fine a Porta Venezia, rappresenta il botto finale di una serie di iniziative organizzate dal Padiglione Usa a Expo, volte a celebrare quella che è stata definita come la "settimana dell'orgoglio omosessuale". Il Milano Pride 2015 assume una rilevanza ancora più evidente se rapportata alla decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti di concedere il via libera alle unioni gay in tutti e 50 gli stati americani. Molte le personalità che presenzieranno al Milano Pride 2015: certa la partecipazione del Sindaco di Milano Giuliano Pisapia e della sua Giunta, sebbene dall'opposizione non sia tardato ad arrivare l'invito a partecipare all'evento senza indossare la fascia tricolore, presenziando dunque in qualità di libero cittadino, ma non di sindaco.



© Riproduzione Riservata.