BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INDAGINE POVERTA'/ Italia meglio (solo) di Bulgaria e Ungheria...

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Da questa indagine campionaria emerge anche il profilo degli indigenti che – in misura parziale, ma efficace - ricevono aiuti dalle organizzazioni non profit: viene confermato, a livello micro-sociale, l’incremento della food poverty registrato dalle statistiche ufficiali, dovuto principalmente all’aggravarsi della disoccupazione e della sotto-occupazione degli adulti che trasmettono la loro indigenza ai propri figli.

Le indicazioni provenienti dall’analisi dello stato di salute delle organizzazioni caritative segnalano il rischio di sovraccarico economico e sociale a cui esse vanno incontro, ovvero, al concreto rischio di impoverimento anche delle loro già scarse risorse. “Curarsi di chi aiuta”, è allora qualcosa di più di uno slogan: è una parola d’ordine civile, sociale e al fondo anche politica, poiché il sostegno sussidiario alle opere di carità è una via essenziale per costruire buone politiche di contrasto alla povertà anche nel nostro Paese.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.