BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TESTA DI CINGHIALE / Riconosce dallo sguardo il trofeo rubato: era nel mio salotto!

Ha riconosciuto il suo trofeo dallo sguardo e dai denti, così ha denunciato un espositore. La testa è stata sequestrata e l'uomo, un espositore piemontese, denunciato per ricettazione

foto:Infophoto foto:Infophoto

Ha riconosciuto il suo trofeo dallo sguardo e dai denti, così ha denunciato un espositore. È accaduto durante la Fiera Campionaria di Padova che si è conclusa il 24 maggio, dove la donna, un’espositrice toscana, ha riconosciuto la testa imbalsamata del cinghiale che le era stata rubata durante un’altra fiera nel 2005. Così si è rivolta all’espositore piemontese di 40 anni, facendogli presente che quella testa le apparteneva. Ma l’uomo ha negato, dicendo che quella testa è di sua proprietà. La disputa è finita alla stazione dei carabinieri di Padova, dove la signora si è recata per presentare la querela, dicendo ai militari di aver riconosciuto la testa «dai denti e dallo sguardo. Quel sorriso mi è familiare». L’attuale proprietario del trofeo ha smentito la donna: “E’ mia e le ho fatto anche cambiare i denti”. Ma il pm Roberto Piccione ha ordinato il sequestro della testa di cinghiale e l’uomo è stato denunciato per ricettazione. (Serena Marotta)

© Riproduzione Riservata.