BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MADONNA DEL CARMINE / Oggi 16 luglio è la Beata Maria Vergine del Monte Carmelo: le processioni a Salerno e Torino

Pubblicazione:giovedì 16 luglio 2015 - Ultimo aggiornamento:giovedì 16 luglio 2015, 17.18

foto:Infophoto foto:Infophoto

MADONNA DEL CARMINE, LE PROCESSIONI A TORINO E SALERNO - Feste e processioni oggi in diverse città italiane per celebrare la Madonna del Carmine. A Salerno è in programma verso le 18.30 l’uscita dalla chiesa del simulacro della Beata Vergine del Monte Carmelo, mentre alle 19 prenderà il via la processione che da via Paglia arriverà fino a via Carmine e piazza Monsignor Bolognini. Grande festa al passaggio del corteo accolto dai cittadini con lanci di coriandoli e petali di rosa dai balconi. Anche a Torino si svolgerà questa sera la processione che alle ore 21 attraverserà via del Carmine, via Allioni, via San Domenico e via Bligny.

MADONNA DEL CARMINE, IL 16 LUGLIO SI FESTEGGIA LA BEATA VERGINE DEL MONTE CARMELO - Il 16 luglio si festeggia la Beata Vergine del Monte Carmelo, festività che viene celebrata in ogni zona d'Italia. Si narra che il monte Carmelo venne scelto dal profeta Elia per rifugiarsi assieme ad alcuni fedeli devoti a Dio. Inoltre, Elia scelse questo luogo in quanto vide la Madonna, che decise di salvare la terra israeliana dalla siccità, facendo piovere per diversi giorni, permettendo al terreno di dare i suoi frutti. Questo avvenne ne primi anni dopo Cristo: il dio Baal era la seconda divinità che veniva venerata nelle zone dove sorgeva il monte Carmelo, e seppur furono maggiormente numerosi, viene narrato che i fedeli di Dio, guidati dal profeta Elia, riuscirono a sconfiggere in battaglia i pagani. Questo convinse dunque il gruppo di religiosi a costruire un rifugio in questa zona, in maniera tale che nessuno potesse, in un qualche modo, invadere il sacro territorio, e potesse diffondere il culto di altre religioni. Passarono gli anni, e la base di Elia, scomparso dopo diversi anni, rimase sempre in ottime condizioni, e soprattutto operativa: i primi a scoprirla furono i crociati, che attorno all'undicesimo secolo, scoprirono questo sacro luogo, e videro come si svolgeva la vita dei fedeli a Dio. In questo luogo religioso si recò anche Simone Stock, un vescovo del quale si conosce ben poco, che vide appunto la Madonna, alla quale dedicò un lungo e intenso inno. San Simone, che si diede da fare per poter diffondere il credo della Madonna del Carmelo, vide nuovamente la Madonna quando era prossimo alla morte, che gli spiegò che chiunque avesse indossato lo scapolare, si sarebbe salvato dalle pene del purgatorio. Questa seconda apparizione fu anche l'ultima registrata, visto che non si hanno altre testimonianze e racconti relativi a queste apparizioni. Sono diversi i comuni nei quali la Madonna del Monte Carmelo viene festeggiata e celebrata, e tutte le varie festività hanno dei punti in comune, come, ad esempio, un breve periodo di preghiera che anticipa appunto la data della festa. Inoltre, in alcuni comuni, la statua della Madonna viene portata in processione, dove viene salutata dalla numerosa folla che accorre nelle strade delle città e dei piccoli paesi per renderle omaggio.



© Riproduzione Riservata.