BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTA MARTA/ Santo del giorno, si festeggia il 29 luglio

Pubblicazione:

foto:Infophoto  foto:Infophoto

SANTA MARTA, SANTO DEL GIORNO: SI FESTEGGIA IL 29 LUGLIO - IL 29 luglio si celebra Santa Marta, una delle due sorelle di Lazzaro. Nel Vangelo di Giovanni si racconta uno dei miracoli più eclatanti compiuti da Gesù, ovvero la resurrezione di Lazzaro. Da Giovanni e dagli altri evangelisti veniamo a sapere che Lazzaro non era una persona qualunque per Gesù, ma un carissimo amico, tanto che il Figlio di Dio si commosse e turbò profondamente alla notizia della sua morte. D

ifatti il Nazzareno era solito soffermarsi presso la sua casa, che si trovava a Betania, a pochi chilometri di distanza dalla città di Gerusalemme, durante le soste dalle sue predicazioni. L'arrivo di Gesù era sempre accolto con gioia da Lazzaro e dalle sue due sorelle, Maria e Marta.

San Luca, nel suo Vangelo, ci racconta anche un episodio che fa luce sul personaggio di Marta. Mentre Maria siede ai piedi di Gesù per ascoltarne le parole di amore e vita eterna, Santa Marta, è tutta indaffarata a preparare la tavola e a dare una degna accoglienza ad un ospite di tale riguardo. Tanto che, alla fine, chiede a Gesù di sollecitare sua sorella affinché le dia una mano; Gesù la redarguisce dolcemente, affermando che Maria si è scelta la parte migliore.

Quello di Gesù però non è un rimprovero: anzi, l'attivismo di Santa Marta le ha guadagnato un posto nel calendario liturgico della Chiesa Cattolica, dove invece non compaiono né sua sorella, né suo fratello. Santa Marta, infatti è diventata il simbolo della vita attiva, complementare e non contrapposta a quella contemplativa: oggi è considerata la patrona delle casalinghe, il cui lavoro faticoso e quotidiano, ma spesso non sufficientemente considerato, ha elevato a livello di santità con il suo esempio.

Santa Marta,, inoltre, compare anche nell'episodio della resurrezione di Lazzaro, protagonista di una delle più belle e accorate professioni di fede che siano mai stata fatte a Gesù. Il Cristo infatti le chiede di avere fede, e di dirgli chi lei crede che lui sia. Lei professa il suo sconfinato amore nei confronti del Figlio di Dio che, di conseguenza, può in seguito operare la miracolosa risurrezione dell'amico Lazzaro.

Un terzo episodio, presente nel Vangelo di Giovanni, presenta Santa Marta,, Maria e Lazzaro a cena con Gesù. Ancora una volta, Marta è presa dalle faccende domestiche. Il nome Marta vuol dire, molto semplicemente, signora: di lei si raccontano molte storie fantastiche dopo la morte e resurrezione di Gesù, ma tutto ciò che di questa donna si sa con certezza è che fu una delle prima a credere nella venuta del Figlio di Dio, e che con la sua operosità ne rese più lieto e lieve il soggiorno su questa terra.

La sua memoria viene celebrata il giorno 29 luglio, secondo la decisione dei frati francescani, che furono i primi a venerarla, nel 1262. Fu scelta tale data poiché cade otto giorni dopo la festività di santa Maria Maddalena, con la quale è stata identificata la sorella di Marta, anche se, si ritiene, in modo erroneo.



© Riproduzione Riservata.