BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Morta Livia Danese Andreotti / Moglie di Giulio Andreotti, 68 anni insieme: i messaggi di Bruno Vespa e Roberto Formigoni

Livia Danese, moglie di Giulio Andreotti, è morta a Roma. La coppia ha avuto quattro figli. La donna era soprannomianta La marescialla da Giulio Andreotti

Giulio Andreotti (Infophoto) Giulio Andreotti (Infophoto)

Morta Livia Danese, moglie di Giulio Andreotti per 68 anni - Tanti i messaggi pubblicati nelle ultime ore per ricordare e rendere omaggio a Livia Danese, moglie di Giulio Andreotti scomparsa all'età di 94 anni dopo una lunga malattia. "È morta Livia Andreotti, moglie di Giulio. Una presenza discreta di grande equilibrio come sempre dovrebbe essere la moglie di un politico", ha scritto Bruno Vespa su Twitter. "È morta una grande donna, Livia Andreotti, per 68 anni al fianco del marito Giulio. RIP", è invece il messaggio di Roberto Formigoni.

Morta Livia Danese, moglie di Giulio Andreotti per 68 anni - E’ morta all’età di 94 anni Livia Danese, vedova di Giulio Andreotti. Paolo Cirino Pomicino, per anni al fianco del sette volte presidente del Consiglio, la definisce in un necrologio “compagna discreta ed affettuosa di Giulio per una intera vita e guida operosa dei figli e dei nipoti”. Livia Danese e Giulio Andreotti si erano sposati nel 1945 e sono rimasti insieme per 68 anni fino al 6 maggio 2013, giorno della morte dell’ex premier.

Morta Livia Danese, moglie di Giulio Andreotti per 68 anni - Sempre riservata, Livia Danese non amava apparire in pubblico. Per il suo forte carattere quasi autoritario, si era meritata il soprannome di "Marescialla". I figli, scrive oggi il Corriere della Sera, raccontavano che la mamma li educava "con una rigidità da Gestapo". In particolare ricordavano il momento del taglio dei capelli, quando un barbiere veniva chiamato ogni due-tre mesi: "Più che tagliarci i capelli ci tosava tutti e quattro, i due maschi e le due femmine. Capelli a spazzola per tutti". I funerali si terranno domani, venerdì 31 luglio, alle 9 nella basilica di San Giovanni dei Fiorentini a Roma.

Morta Livia Danese, moglie di Giulio Andreotti per 68 anni - Era il 1978 quando Giulio Andreotti, ospite della trasmissione “Bontà loro” condotta da Maurizio Costanzo, raccontò il particolare momento in cui chiese alla moglie Livia Danese di sposarlo. “Le chiesi la mano al cimitero”, raccontò il sette volte presidente del Consiglio scomparso il 6 maggio del 2013 (clicca qui per vedere il video). I due si erano conosciuti nel 1943, si sposarono due anni più tardi e rimasero insieme per oltre sessant’anni. Livia Danese, scomparsa ieri dopo una lunga malattia, da anni viveva in un appartamento di famiglia in corso Vittorio Emanuele a Roma, affacciato sul Tevere.

Morta Livia Danese, moglie di Giulio Andreotti per 68 anni - A due anni dalla scomparsa del marito Giulio Andreotti, è morta a Roma Livia Danese. La donna aveva spostato l'ex presidente del consiglio nel 1945 dopo che Andreotti, come lui stesso amava raccontare, le aveva chiesto la mano durante una visita in un cimitero. Molto schiva e lontana dalle cronache, la Danese è stata la compagna fedele di Andreotti per tutta la vita sempre al suo fianco anche quando il noto politico italiano si è trovato al centro di polemiche e processi. Giulio Andreotti l'aveva soprannominata "la marescialla" per il suo carattere duro e ordinato che si scontrava con quello più estroverso del marito. La coppia ha avuto quattro figli: Lamberto, Serena, Stefano e Marilena. "Quando ero ministro degli Esteri ed era costretta a seguirmi in qualche viaggio non era affatto contenta. In casa il bastone di comando lo tiene lei, anche per mia vigliaccheria. Non ho mai sgridato un figlio perché non potevo permettermi di essere, oltre che assente, anche cattivo" aveva detto della moglie Livia, Andreotti in un'intervista.