BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CRISTIANI PERSEGUITATI/ Dossier Caritas: cento milioni vittime di violenze

Pubblicazione:venerdì 31 luglio 2015

Immagine di archivio Immagine di archivio

«Perseguitati. Cristiani e minoranze nella morsa fra terrorismo e migrazioni forzate» è il titolo del dossier pubblicato oggi dalla Caritas in occasione del primo anniversario della conquista di Mosul da parte degli islamici di Isis. Un dossier che traccia le cifre della persecuzione religiosa e da cui si deduce che i fedeli cristiani sono i più perseguitati al mondo, con un numero di cento milioni vittime di violenze, discriminazioni e persecuzioni. Vengono citate nel dossier le parole pronunciate nel 2013 dal cardinale Tauran, presidente del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso: "Il cristianesimo è la religione più perseguitata del pianeta". I dettagli: in Corea del Nord tra i 50 e i 70mila cristiani incarcerati nei lager. I paesi invece dove i cristiani subiscono le maggiori persecuzioni: Somalia, l’Iraq, la Siria, l’Afghanistan, il Sudan, l’Iran, il Pakistan, l’Eritrea e la Nigeria. Tra il novembre 2013 e il 31 ottobre 2014 i cristiani uccisi per la loro fede sono stati 4344, le chiese attaccate 1062. Le persecuzioni, si legge ancora, riguardano anche altre minoranze religiose e i paesi che negli ultimi tempi hanno scalato questa speciale classifica sono Siria, Iraq, Repubblica Centrafricana, Egitto, Cina, Russia e Ucraina. La Cina è cresciuta di ben quindici posizioni in classifica.



© Riproduzione Riservata.