BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VERSO IL MEETING/ Snaidero: a Rimini per "conquistare" giovani e Cina

Pubblicazione:venerdì 31 luglio 2015

Roberto Snaidero, presidente di FederlegnoArredo e Salone del Mobile Roberto Snaidero, presidente di FederlegnoArredo e Salone del Mobile

Esiste un motivo più di tutti per cui noi siamo molto legati alla Cina: un anno e mezzo fa abbiamo iniziato un progetto che avrà come tappa finale un evento fieristico a fine anno a Shanghai. Il mercato cinese è grandissimo, con più di 120 milioni di cinesi con redditi molto alti che hanno cambiato il loro modo classico di agire: non si accontentano più di avere e produrre la copia del prodotto, vogliono l'originale. Dunque anche noi dobbiamo cambiare strategia, non possiamo più pensare di andare lì con il nostro piccolo stand, presentare e poi tornarcene a casa. Avendo loro una mentalità ed un mercato diversissimi dai nostri, le nostre aziende devono prepararsi al meglio per affrontare questo mondo affascinante ma diverso. Abbiamo perciò iniziato a tenere dei corsi qui in Italia alle nostre affiliate per incontrare più da vicino questo mondo, con continui viaggi ed esperienze nella Grande Cina per vedere da vicino cosa è quel mondo; già vediamo da parte dei nostri interlocutori cinesi che questo approccio diverso porta buoni risultati, con maggiore disposizione a sedersi per affari e progetti condivisi. È un'opportunità che non possiamo perdere, un mercato vastissimo in continuo movimento che dobbiamo intercettare per crescere ed evolverci anche noi.  

 

Un'ultima battuta veloce: il premier Renzi verrà al Meeting, cosa vi aspettate dalla sua visita? Scuola, giovani, lavoro...
Mi auguro che anche altri temi verranno toccati, noi siamo molto contenti di averlo nel nostro stand dove farà un giro di tutte le proposte e della mostra. Già portandolo al Salone del Mobile è stata l'occasione di parlare seriamente del ottimo bonus mobili, ma poi in altre occasioni mi è capitato di scambiare con lui ulteriori idee a riguardo. A Renzi ho chiesto che il bonus non si fermi a 10mila euro ma che possa essere aumentato per andare incontro ad una fascia più ampia di consumatori, o per esempio di dare una possibilità alle giovani coppie di crearsi davvero una casa. Insomma, sono davvero tante le cose e siamo molto felici di avere il premier "nella nostra casa".

 

(Niccolò Magnani)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.