BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPELEOLOGO INTRAPPOLATO/ Salvatore Manca ferito e bloccato in una grotta: arrivate le microcariche esplosive

Uno speleologo di 45 anni è rimasto bloccato nella grotta di Sa conca 'e Locoli, nelle campagne di Siniscola (Nuoro). L’uomo è caduto riportando alcune fratture a una gamba e a un braccio

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

SALVATORE MANCA: SPELEOLOGO FERITO E BLOCCATO IN UNA GROTTA A NUORO: ARRIVATE LE MICROCARICHE ESPLOSIVE - Ancora non si sblocca del tutto la spiacevole situazione in cui è incappato lo speleologo Salvatore Manca: dalla notte del 12 agosto è infatti bloccato con una frattura alla gamba in una grotta a 600 metri di profondità sotto anche il fiume Montalbo, per via di una piccola frana che ha lo ha colpito sulla gamba. Dottori, soccorso Alpino e Vigili del Fuoco si stanno occupando del 45enne speleologo che comunque sta bene ed è cosciente, è riuscito anche a mangiare ed è controllato costantemente da continui turni per non lasciarlo da solo a quella profondità. Ancora però non si riesce ad allargare lo strettissimo cunicolo della grotta di Sa conca 'e Locoli, dunque sono stati richiesti degli interventi con mini esplosioni per poter liberare senza far danni ulteriori l'uomo. È notizia di mezzora fa - riportata da la Nuova Sardegna -  dell'arrivo sul luogo, vicino alle campagne di Nuoro, di varie microcariche esplosive che nella notte verrano fatte deflagrare per riuscire, si spera entro domani mattina massimo, ad estrarre Salvatore Manca.

SALVATORE MANCA: SPELEOLOGO FERITO E BLOCCATO IN UNA GROTTA A NUORO: LE OPERAZIONI DI SOCCORSO - Continua la storia incredibile capitata ad uno speleologo 45enne nelle grotte vicino a Nuoro: Salvatore Manca si trova a circa 600metri di profondità dopo che una piccola frana gli ha bloccato le gambe e l'uscita nella giornata di ieri. Per fortuna non era solo in questi studi che stava portando avanti, e due compagni sono riusciti ad uscire e dare l'allarma. Nel frattempo imperterrite sono le azioni di soccorso prima di tutto mediche e in secondo luogo logistiche per cercare di liberarlo al più presto: il cunicolo è molto stretto, dunque servono varie operazioni per allargarlo e poi trasportare Salvatore per un pezzo anche sott'acqua data al presenza del torrente Montalbo che passa proprio lì. Il quotidiano la Nuova Sardegna sta seguendo minuto dopo minuto le operazioni e ha riportato da poco sul proprio sito gli ultimi aggiornamenti da Siniscola: in sostanza sono giunti subito i Vigili del fuoco di Nuoro che stanno collaborando con gli speleologi del soccorso Alpino per allegare questo cunicolo con delle microcariche esplosive. La situazione, riferiscono sul luogo, non si stabilizzerà prima di domani mattina, nel frattempo però in molti si stanno dando il cambio per rimanere sempre con Salvatore Manca che comunque sta bene e a parte le varie fratture è riuscito a mangiare ed è assolutamente cosciente.

SALVATORE MANCA: SPELEOLOGO FERITO E BLOCCATO IN UNA GROTTA A NUORO: LE PRIME DICHIARAZIONI DEI SOCCORRITORI - Davvero brutta l'avventura che lo speleologo esperto Salvatore Manca sta passando nelle grotte vicino a Nuoro, precisamente a Sa conca 'Locoli nelle campagne di Siniscola. Il 45enne è intrappolato a oltre seicento metri dalla luce, in fondo ad una galleria sotto il fiume Montalbo dove un masso lo ha colpito ad una gamba immobilizzandolo. Molto preoccupate le voci dei primi soccorritori accorsi dopo molte difficoltà sul luogo: «Con Salvatore sono rimasti due compagni, mentre altri due sono usciti per lanciare l'allarme. Per tutta la notte le nostre squadre hanno lavorato per allargare il percorso e consentire il passaggio del ferito con la barella, ma l'operazione non è ancora conclusa e sarà necessario continuare per tutta la giornata», così il Soccorso alpino e speleologico della Sardegna. Secondo i medici del 118 Manca è in buone condizioni ma appunto dovrà restare lì sotto ancora a lungo prima di trovare la giusta soluzione per estrarlo senza ulteriori danni.

SPELEOLOGO INTRAPPOLATO, FERITO E BLOCCATO IN UNA GROTTA A NUORO - Uno speleologo di 45 anni è rimasto bloccato nella grotta di Sa conca 'e Locoli, nelle campagne di Siniscola (Nuoro). L'uomo, forse travolto da una frana, è caduto riportando alcune fratture a una gamba e a un braccio. L’allarme è stato dato verso le 22 di mercoledì da altri speleologi che insieme a lui stavano affrontando la risalita, ma le operazioni di soccorso si stanno rivelando non semplici e potrebbero concludersi solo nella serata di oggi o venerdì mattina. Lo speleologo non sarebbe comunque in pericolo di vita, ma a causa delle ferite non riesce a muoversi: un medico e un infermiere del gruppo speleologico del soccorso alpino hanno già prestato le prime cure al 45enne che probabilmente dovrà essere trasportato sott'acqua con delle bombole, mentre sarà compito dei disostruttori del Soccorso alpino allargare le pareti della grotta per far passare la barella.

© Riproduzione Riservata.