BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MEETING RIMINI 2015/ Il messaggio integrale di Papa Francesco

Papa Francesco (Infophoto) Papa Francesco (Infophoto)

Con il tema di quest’anno, il Meeting può cooperare a un compito essenziale della Chiesa, cioè «nconsentire che qualcuno si accontenti di poco, ma che possa dire pienamente: “Non vivo più io, ma Cristo vive in me” (Gal2,20)» (Esort. ap. Evangelii gaudium, 160), perché quello di Gesù «è l’annuncio che risponde all’anelito d’infinito che c’è in ogni cuore umano» (ibid., 165). Gesù «è venuto a mostrarci, a rendere visibile l’amore che Dio ha per noi. […] Un amore attivo, reale. […] Un amore che guarisce, perdona, rialza, cura. Un amore che si avvicina e restituisce dignità. Una dignità che possiamo perdere in molti modi e forme. Ma Gesù è ostinato in questo: ha dato la vita per questo, per restituirci l’identità perduta» (Papa Francesco, Discorso nel Centro di rieducazione a Santa Cruz de la Sierra, Bolivia, 10 luglio 2015). sta il contributo che la fede cristiana offre a tutti e che il Meetingpuò testimoniare innanzitutto con la vita delle persone che lo realizzano. 

Per questo il Santo Padre augura agli organizzatori e ai volontari del Meetingdi andare incontro a tutti sostenuti dal desiderio di proporre con forza, bellezza e semplicità la buona notizia dell’amore di Dio, che anche oggi si china sulla nostra mancanza per riempirla dell’acqua di vita che scaturisce da Gesù risorto. Egli chiede di pregare per il Suo ministero e invia di cuore a Lei, Eccellenza, e a tutti i partecipanti al Meetingla Benedizione Apostolica.

Nell’unire anche i miei migliori auspici, profitto della circostanza per confermarmi con sensi di distinto ossequio.


Pietro Card. Parolin
Segretario di Stato

© Riproduzione Riservata.