BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINGERE IL COMA / Era un trucco per sfuggire a un processo per truffa

Ha finto per due anni di essere in coma per sfuggire ad un processo, dove era accusato di una truffa ad un vicino di casa del valore di 40.000 dollari. L'uomo è finito in carcere

foto Infophoto foto Infophoto

FINGE IL COMA PER SCAPPARE ALLA POLIZIA Ha finto per due anni di essere in coma per sfuggire ad un processo, dove era accusato di una truffa ad un vicino di casa del valore di 40.000 dollari. Alan Knight, 47 anni, e sua moglie Elena, 34 anni, hanno ammesso la truffa, così come il medico che li ha aiutati. L'uomo, di Swansea, è stato arrestato lo scorso anno. Scoperta la truffa, la polizia ha infatti ottenuto la prova attraverso le telecamere a circuito chiuso mentre a Tesco era intento a fare shopping e dove l’uomo era in buona salute. Al processo l’uomo si è presentato sulla sedia a rotelle ed è stato imprigionato per quattro anni e mezzo per furto e falsificazione. Anche all’udienza di oggi è apparso in sedia a rotelle. Intanto, prima dell’udienza a Swansea Crown Court, è stata concessa una libertà di due settimane. In pratica Knight, si è avvicinato al vicino, fingendosi suo amico e poi gli ha rubato il denaro. Quindi, per evitare il carcere, ha simulato la malattia. Soldi rubati, che ha usato per le vacanze e per comprare una roulotte nel Dorset. (Serena Marotta)

© Riproduzione Riservata.