BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

PAPA A CUBA/ Francesco e Fidel Castro, incontro nel recinto del cuore

La foto dell'incontro tra Francesco e Fidel Castro (Immagine dal web)La foto dell'incontro tra Francesco e Fidel Castro (Immagine dal web)

Cose semplici ma appetitose, capaci di incuriosire e inchiodare anche un ostinato, vecchio ateo comunista. I vangeli scomodi e La nostra bocca si aprì al sorriso sono due volumi facili di Alessandro Pronzato, sacerdote piemontese dalla penna veloce e profonda: finiranno sulla scrivania del Comandante insieme alle due ultime encicliche di Papa Francesco. 

Ma il capolavoro di Bergoglio è stato un altro. In dono a Fidel ha portato una scheggia della sua memoria: gli ha fatto ritrovare una voce della giovinezza, quella di padre Armando Llorente, educatore dei giovani Castro nel collegio gesuita dove sono cresciuti a Vangelo e pensieri ignaziani. Un pudico invito, forse, a far riaffiorare suggestioni e ricordi, sepolti da ben altre imprese e da diversi incanti. C'è nulla di più insidioso che il fascino di ciò che si è lasciato andare, quando si è al bilancio di un'intera esistenza? E non ha forse scommesso, Francesco, sul segno lasciato da parole e fatti di giustizia e amore? Un azzardo calcolato, con la percezione che la Verità una volta incontrata non si scolla di dosso, per quanto ci si affanni a negarla. Ancora una volta, il "misionero" ha puntato tutto sulla Misericordia. Fidel Castro non ha scampo.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
21/09/2015 - Solo per i peccatori? (Giuseppe Crippa)

Le vittime dei peccatori dalle prigioni in cui sono recluse sentitamente ringraziano, in attesa, se non di una visita, almeno di una parola…

 
21/09/2015 - W il Papa da Fidel (claudia mazzola)

Nel Vangelo oggi dice Gesù: "sono venuto per i peccatori non per i giusti". Il Papa con la Chiesa andando a Cuba ci testimonia la Sua Presenza.