BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MAZZARRÀ SANT'ANDREA / Rifiuti, arrestati sindaco ed ex senatore di FI Piccioni

Pubblicazione:martedì 8 settembre 2015 - Ultimo aggiornamento:martedì 8 settembre 2015, 13.08

Infophoto Infophoto

MAZZARRÀ SANT'ANDREA, RIFIUTI: ARRESTATI SINDACO ED EX SENATORE DI FI PICCIONI - Il caos rifiuti nel meridione continua a mietere "vittime", con arresti illustri all'interno di vicende spesso complesse: è successo così che il sindaco Salvatore Bucolo di Mazzarrà Sant'Andrea, provincia di Messina, e l'ex senatore Lorenzo Piccioni sono stati posti agli arresti domiciliari all'interno dell'inchiesta sulla discarica dello stesso paesino siciliano. Indagine promossa dalla Guardia di Finanza assieme alla Procura di Barclelona Pozzo di Gotto, e i reati ipotizzati dagli inquirenti si basano su corruzione e peculato. Giusto un mese fa aveva concluso il proprio lavoro la commissione prefettizia che doveva accertare eventuali condizionamenti mafiosi nei confronti dell'intera amministrazione comunale, di certo dopo gli arresti eccellenti di oggi l'ipotesi dello scioglimento del comune sembra sempre più probabile. Per i più attenti, non è la prima inchiesta che mischia mafia e appalti sui rifiuti a Mazzarrà: la scorsa primavera vide l'incarcerazione di 22 persone tra cui anche il fratello del sindaco, Angelo Bucolo, considerato dagli inquirenti la chiave decisiva per la mafia di Barcellona per incassare il pizzo dai titolari dell'impianto.



© Riproduzione Riservata.