BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COLONIA/ Stiamo attenti al doppio errore di xenofobi e buonisti

Pubblicazione:domenica 10 gennaio 2016

Infophoto Infophoto

Da queste constatazioni non deve discendere la chiusura xenofoba di buona parte della Lega italiana e delle destre europee, che oltretutto — con ogni evidenza — non serve minimamente a risolvere il problema.

Ma non può più nemmeno essere legittimato il buonismo indiscriminato e melenso dell'accoglienza sorridente e disattrezzata — ed anche disarmata — che un benpensantismo di matrice radical-chic propugna a gran voce, salvo poi a livello personale non muovere un dito per favorire l'integrazione.

Quindi sì all'integrazione, perché è umano ed è utile. Ma sì alla vigilanza, sì alle regole, sì anche alla repressione delle devianze e alla punizione della violenza e al principio ovvio e banale secondo cui chi va in casa d'altri per esservi accolto deve rispettare le regole che trova, e pur avendo il diritto di vivere secondo i propri valori e costumi, non deve pretendere di contrapporli a quelli prevalenti dove vuole insediarsi: dal togliere i crocifissi dalle scuole a pretendere di girare a volto coperto…

E se un immigrato che ritiene giusto velare le donne e sposarne quattro, vedendone in Germania o in Italia o ovunque girare da sole, magari in gonna, magari di sera, non deve per questo pensare che sono essere inferiori e che possono essere stuprate. Pensarlo, peraltro, non deriva necessariamente dall'essere extracomunitari o islamici: deriva dall'essere ignoranti e violenti, indipendentemente da nazionalità e religione. Ma è assurdo negare che l'incidenza di ignoranza sulla parità di genere e la tendenza alla violenza verso le donne sia maggiore tra gli immigrati di nazionalità e/o religione islamica: lo dicono i numeri. Tutto qui. Far finta che non sia così non significa essere accoglienti, significa essere imprudenti e porre le premesse per la recrudescenza di razzismo e di chiusura che i fatti come Colonia generano. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.