BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PADRE PIO “DECAPITATO” / Statua profanata a Napoli su lungomare: a Pomeriggio 5 la donna che ha installato il busto (ultime notizie, oggi 21 gennaio)

Padre Pio decapitato, la statua del santo di Pietralcina profanata a Napoli sul lungomare. Il caso choc a Pomeriggio 5 da Barbara D'Urso, le ultime novità e la storia della statua

Statua Padre Pio (Infophoto) Statua Padre Pio (Infophoto)

La signora Rita ospite a Pomeriggio 5, la donna che ha voluto installare la statua di Padre Pio che oggi è stata ritrovata decapitata sul lungomare di Napoli: il Santo di Pietralcina ha subito un oltraggio, seppur in una statuetta, profanato in modo non proprio simpatico questa mattina a Napoli. La donna che 8 anni fa ha installato la statua per ringraziare di una grata ricevuta per una grave malattia del figlio, non riesce a capacitarsi: «Non capisco, se ce l’hanno con Padre Pio, con me, con la religione o con l’ambasciata americana qui vicino, davvero non capisco e sono mortificata», dice Rita, la donna che davanti a Barbara D’Urso ha raccontata la sua storia in breve. Ormeggiatrice del porto di Napoli, ha voluto e ottenuto di poter installare quella statuetta dopo la grazia ricevuta per il bimbo: la testa non si trova e neanche dopo gli aggiornamenti di Pomeriggio 5 di pochi minuti fa sono sorte novità importanti.

La signora Rita, la gente di Napoli e in tanti non si spiegano quel Padre Pio “decapitato” ovvero la bella statua situata sul Lungomare di Napoli che questa mattina è stata ritrovata profanata con la testa mozzata e tra l’altro scomparsa. Il caso viene trattato con un collegamento sul luogo del fatto con Pomeriggio 5 e gli inviati di Barbara D’Urso. Le ricerche non hanno portato a buon frutto e la testa della statua non si è trovata, ma intanto la signora Rita che ha voluto a tutti costi inserire 8 anni fa, fonte il Mattino, il busto di Padre Pio su quel luogo vicino al mare non riesce a capacitarsi per la crudeltà di quest’atto sacrilego. «Chi può aver commesso un atto di vandalismo che ha il sapore di un tuo sacrilego?», se lo pone la donna devotissima al santo di Pietralcina ma anche tutti i napoletani abitanti in questi anni a recarsi a quella piccola statua per preghiere e piccoli pellegrinaggi. Indagini avviate anche se non sarà facile risalire ai veri autori di questo brutto fatto occorso molto probabilmente nella notte.

Choc a Napoli per la statua di Padre Pio che è stata trovata decapitata sul Lungomare: un atto di vandalismo orribile che capisce uno dei santi più amati e venerati nella Chiesa, specie nel meridione. Il caso inquietante ora trattata anche a Pomeriggio 5 da Barbara D’Urso; fu proprio una donna, la signora Rita, devotissima al frate di Pietralcina, fece installare 8 anni fa sulla scogliera di fronte al Palazzo del Consolato Americano e diventata nel corso degli anni una sorta di protezione per tutti i marinai e naviganti che transitano a Napoli nel porto. Stupore e brutta sorpresa questa mattina quando proprio quella bella statua è stata trovata decapitata, profanata senza pietà con la testa che tra l’altro non si trova ancora da nessuna parte. La signora Rita, contattata da Repubblica, non riesce a capacitarsi sul come dei balordi possano aver deturpato la statua senza che nessun addetto alla sicurezza presenti li nelle vicinanze proprio per l’ambasciata americana se ne sia accorto. Pellegrinaggi, devozioni e tanto altro rappresentava e simboleggiava quella statua; si indaga su atti di vandalismo di ignoti e si cerca la testa, anche in mare con una squadra di sub entrata subito in azione. Un’unica certezza finora: la statua non è stata distrutta dagli scogli perché non sono stati trovati alcun tipo di frammenti, il corpo è rimasto lì e la testa invece è stata tranciata di netto.

© Riproduzione Riservata.