BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NEONATO TORERO/ Video, Francisco Ravirra tiene in braccio la figlia di 5 mesi mentre uccide il toro (oggi, 27 gennaio 2016)

Neonato torero, 27 gennaio 2016, il professionista spagnolo ha portato all'allenamento con l'animale la propria figlia di cinque mesi, scatenando le polemiche di tutto il web per il gesto.

Francisco Riverra Francisco Riverra

NEONATO TORERO, VIDEO FRANCISCO RAVIRRA DETTO PAQUIRRI,  SI ALLENA COL TORO MENTRE TIENE IN BRACCIO LA FIGLIA DI 5 MESI (OGGI, MERCOLEDI' 27 GENNAIO 2016) - Nelle ultime ore il web è stato invaso di polemiche per la foto che il torero Francisco Riverra, nickname Paquirri, uno dei più grandi di Spagna, ha postato sui social. A riferirlo è TgCom24, mostrando un’immagine in cui il torero tiene in braccio la figlia di appena cinque mesi durante un allenamento con il toro. L’animale viene mostrato mentre è stato ferito e sul dorso riporta una grave ferita insanguinata. Un’immagine così forte, come ci spiega QUESTO servizio di TgCom24, non poteva che suscitare le numerose contestazioni che sono arrivate puntuali. Al centro della paura di molte persone non è solo la presenza della bambina troppo vicina al toro ma anche il fatto che Riverra sarebbe stato colpito nella sua ultima esibizione al rodeo. La risposta del torero non si è fatto attendere anche nel web, affermando che la presenza della figlia è una sorta di tradizione presente nella sua famiglia da molte generazioni. Non mancano i sostegni da parte di altri toreri che sul profilo twitter di Riverra hanno iniziato a pubblicare le proprie foto con i rispettivi figli, scattate in situazioni analoghe. Secondo il torero, inoltre, la bambina non correva alcun pericolo reale ed era tutto sotto controllo. I toreri hanno parlato di una tradizione spagnola della loro categoria e hanno difeso a spada tratta il collega. “Quanta ipocrisia e ignoranza”; “mio padre mi ha trasmesso quello che tu e la tua famiglia stai trasmettendo alla tua bambina. E non si potrebbe sentire così orgogliosa”. 

© Riproduzione Riservata.