BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VIRUS ZIKA/ Allarme dell'Oms: quattro milioni di possibili contagi (ultime notizie oggi, 28 gennaio 2016)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagini di repertorio (Infophoto)  Immagini di repertorio (Infophoto)

VIRUS ZIKA, L'OMS LANCIA L'ALLARME CONTAGI (OGGI, 28 GENNAIO 2016) - Potrebbero arrivare fino a quattro milioni le persone contagiate dal Virus Zika. L'allarma arriva dall'Organizzazione mondiale della sanità che prevede un'esplosione della malattia nelle due Americhe. Il virus è trasmesso dalla zanzara del genere Aedes e ha già causato un'epidemia in Brasile: particolarmente a rischio le donne in gravidanza perché potrebbero partorire bambini con gravi problemi di microcefalia, una condizione in cui il cranio è di dimensioni inferiori alla norma creando conseguenti problemi allo sviluppo del cervello.Nel nostro paese sono finora stati registrati solo 4 casi ma il rischio di espansione del virus non è da sottovalutare, tanto più alla luce delle ultime dichiarazioni di Margaret Chan, direttore generale dell'Oms: il virus si è sviluppato "da una minaccia lieve a una dalle proporzioni allarmanti". La squadra si riunirà lunedi prossimo per decidere se il virus Zika deve essere trattato come un'emergenza globale.L'ultima volta che è stata dichiarata un'emergenza internazionale fu per l'epidemia di Ebola in Africa occidentale che ha ucciso più di 11mila persone.

INFLUENZA 2016 E VIRUS ZIKA, LE PRECAUZIONI PER LE DONNE IN GRAVIDANZA (OGGI, 28 GENNAIO 2016) - Continua a preoccupare il virus Zika, la malattia che arriva dal Brasile, piuttosto che l'influenza 2016. Il virus trasmesso dalla zanzara del genere Aedes, ha già causato un'epidemia in Sudamerica. Nel nostro paese sono finora stati registrati solo 4 casi ma tra gli italiani è scoppiata la piscosi da contagio. La malattia è pericolosa in particolare per le donne in gravidanza perché potrebbe causare malformazioni al feto. E proprio per questo le compagnie aeree e di crociere si stanno attrezzando. Secondo quanto riportato dal sito di TTG Italia, la business unit turismo di Rimini Fiera, "tutte le maggiori compagnie aeree del Nord e del Sud America hanno infatti deciso di adottare una politica di massima flessibilità nei confronti delle donne in gravidanza: il virus trasmesso dalla zanzara del genere Aedes, infatti, non è pericoloso per gli adulti, ma può causare gravi problemi ai feti durante la gestazione. È per questo motivo che i vettori hanno deciso di consentire il cambio di itinerario o il rimborso totale in caso di prenotazioni verso i Paesi compresi nell’elenco delle aree a rischio, Brasile in primis. Anche Norwegian e Carnival, sul fronte delle crociere, hanno deciso di accodarsi: in questo caso sarà consentito uno spostamento della data di partenza o una modifica della prenotazione verso altri itinerari". 

INFLUENZA 2016 E VIRUS ZIKA, ITALIANI A LETTO E PREOCCUPATI (OGGI, 28 GENNAIO 2016) - Aumentano nel nostro paese i casi di italiani colpiti dall'influenza 2016. Secondo l'ultimo aggiornamento di ieri del servizio InfluNet di Sorveglianza Epidemiologica dell'Istituto Superiore di Sanità infatti "continua a crescere la curva epidemica delle sindromi influenzali dopo aver superato, nella settimana scorsa, la soglia che determina l’inizio del periodo epidemico. Il livello di incidenza in Italia è pari a 3,58 casi per mille assistiti. La fascia di età maggiormente colpita è quella dei bambini al di sotto dei cinque anni in cui in questa settimana si è osservato un brusco aumento del numero di casi. Il numero di casi stimati in questa settimana è pari a circa 218.000, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 1.336.000 casi. P.A di Trento, Marche e Campania le Regioni maggiormente colpite". E continua la preoccupazione per il virus Zika, la malattia che ha già fatto registrare un'epidemia in Brasile e che è arrivata anche in Italia: per il momento sono stati registrati solo 4 casi ma il rischio di contagio non è del tutto infondato. Il virus è pericoloso in particolare per le donne in gravidanza perché potrebbe causare malformazioni del feto. 

INFLUENZA 2016 E VIRUS ZIKA, PREOCCUPAZIONE TRA GLI ITALIANI PER EVENTUALE EPIDEMIA (OGGI, 28 GENNAIO 2016) - Picco dell'influenza 2016 ancora in arrivo ma già psicosi da virus Zika. Nonostante siano già un milione gli italiani a letto alle prese con febbre e raffreddore, non sarebbe ancora arrivato secondo gli esperti non è ancora arrivato il momento di massima espansione virale dell'influenza. Ma la preoccupazione più forte in queste ore non riguarda tanto il picco influenzale previsto per le prossime settimane quanto i rischi per un eventuale contagio da virus Zika che arriva dal Brasile ed è causato dalla puntura di zanzara. Un virus particolarmente pericoloso in caso di donne in gravidanza: si sospetta infatti che questa malattia possa portare a malformazioni del feto. Nel nostro paese finora sono quattro i casi segnalati. Il numero potrebbe però presto salire quando arriverà la stagione di attività biologica delle zanzare, come avverte l'Amcli, l'Associazione microbiologi clinici italiani. I microbiologi spiegano infatti che "se una persona torna con il virus Zika nel sangue e viene punta da una zanzara, quest'ultima diventa portatrice e in grado di infettare a sua volta altre persone. Se questa catena non si ferma subito, si può innescare un focolaio autoctono che può assumere anche dimensioni rilevanti o portare il Paese a diventare endemico". Per ora l’Organizzazione mondiale della sanità non ha emesso restrizioni alla circolazione delle persone da e verso i paesi in cui sono stati registrati i casi di malattie da virus Zika, anche se consiglia di informarsi bene prima di viaggiare. 



© Riproduzione Riservata.