BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ULTIME NOTIZIE/ Oggi, ultim’ora: virus Zika, è allarme mondiale: quattro milioni di possibili contagi (28 gennaio 2016)

Ultime notizie di oggi, le ultim'ora del 28 gennaio 2016: Renzi fiero rivendica scelta sulle poplari. Padoan, i conti dell'Italia sono Ok. Ricerca, coma: indagati meccanismi della coscienza.

Il presidente del consiglio Matteo Renzi Il presidente del consiglio Matteo Renzi

Da tre a quattro milioni di persone potrebbero essere contagiate dal virus Zika, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità. La previsione riguarda le due Americhe, nord e sud, dove si contano almeno 23 paesi dove il virus è in azione. Come si sa il virus propagato da una zanzara particolare è grave per le donne in stato di gravidanza, in quanto se colpite possono dare ala luce bambini con gravi problemi di microcefalia, una condizione in cui il cranio è di dimensioni inferiori alla norma creando conseguenti problemi allo sviluppo del cervello. Per l'OMS dunque il livello di allarme è molto altro.

Leonardo Di Caprio, noto attore americano protagonista di uno dei film più di successo dell'ultima stagione, The Revenant, è stato ricevuto stamane da papa Francesco. Un appuntamento veloce, un quarto d'ora dalle 11 e 15 alle 11 e 30, spiegato dalla prefettura della Casa Pontificia come un apprezzamento da parte di Bergoglio per i molti impegni dell'attore nel campo dell'ambiente e della salvaguardia ambientale. Di Caprio nei gironi scorsi era intervenuto anche al World economic forum di Davos e al vertice Onu sul cambiamento climatico di Parigi. Naturalmente la richiesta di incontro è stata formulata da Di Caprio, e il papa ha accettato volentieri.

Via i profughi arrivati in Svezia nel corso del 2015: la cifra è compresa tra le 60mila e le 80mila persone, delle 163mila che hanno chiesto asilo in questo ultimo anno al paese scandinavo. Circa la metà torneranno indietro anche se è capire dove. Ai loro villaggi distrutti dalla guerra in Siria? Il giro di vite è stato deciso dopo che l'opinione pubblica svedese ha dimostrato sempre più malcontento nei confronti die profughi, con dozzine di centri di accoglienza dati alle fiamme e infine l'uccisione qualche giorno fa di una assistente di un centro per minori uccisa da un profugo di 15 anni. La Svezia è il paese europeo che nel corso del 2015 ha accolto il numero maggiore pro capite di profughi. In tutta Europa si sta assistendo a restringimenti dell'accoglienza. Dopo il clamoroso caso della Danimarca che chiede ai profughi di pagare per avere rifugio, l'Inghilterra ha dichiarato che accoglierà solo minori provenienti direttamente dalla Siria ma non quelli che già sono stati in altri paesi europei. 

Respinte le due mozioni di sfiducia al governo presentate da Forza Italia Lega e M5S sulla vicenda banche. Per la prima mozione, i "no" sono stati 178, 101 i si, un astenuto. La seconda La seconda, quella presentata dal M5S, ha incassato 174 no, 84 si e un astenuto. Sulla vicenda Renzi aveva dichiarato: "Se ci volete mandare a casa per il decreto sulle popolari fatelo. Noi siamo orgogliosi per una riforma che da 25 anni andava fatta e fu tentata da Ciampi e da Draghi. Se fosse stata fatta a fine anni 90 in tante parti di Italia, a cominciare dal nord est, avremmo evitato le scene di questi ultimi 15 anni in termini di contiguità tra il sistema del credito e politica".

"La garanzia pubblica sulle cartolarizzazioni delle sofferenze bancarie, in base all'accordo raggiunto ieri con l'Ue, non avrà alcun impatto su deficit e debito. I conti pubblici sono sotto controllo sia nel breve che nel medio e lungo periodo. Nel 2015 abbiamo avviato la revisione delle procedure concorsuali e stiamo per inserire altre misure in attesa di una più ampia riforma del diritto fallimentare. Banche più grandi, forti e trasparenti, gestiranno meglio il problema dei crediti deteriorati". Ad affermarlo è stato il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, durante il question time alla Camera.

La ragazzina sedicenne di Varallo Sesia (Vercelli), ora pentita, protagonista l'anno scorso del filmato che la immortalava mentre prendeva a schiaffi una compagna di scuola disabile, in attesa delle decisioni dei giudici ha scritto alla dodicenne di Pordenone, che qualche giorno fa ha provato ad uccidersi per colpa dei bulli: "Nella vita l'importante è rialzarsi sempre. La tua storia è arrivata a commuovere tutti, perfino me... Mi dispiace sapere che tu abbia pensato di dover fare quel gesto di disperazione. Nella vita i più fragili pagano sempre le conseguenze. Ma quello che mi sento di dirti dal cuore è di non mollare mai...".

Uno studio pubblicato su Journal of the Royal Society Interface svela il sottile confine tra coscienza ed incoscienza, identificato come il delicatissimo punto di equilibrio delle connessioni tra i neuroni. Il meccanismo tra il caos e l'ordine, che s'identifica come essenziale per comprendere il funzionamento della rete neurale, aiuterà probabilmente a capire come intervenire per riportare alla coscienza pazienti caduti in coma. Per distinguere il momento in cui il cervello passa dalla coscienza all'incoscienza, i ricercatori hanno creato delle mappe dell'attività dei neuroni in 12 volontari usando la tecnica della risonanza magnetica funzionale (fMri), monitorando poi le reti neurali durante la fase di coscienza, durante e dopo la somministrazione di un anestetico usato in chirurgia per indurre l'incoscienza.

Il presidente dei senatori della Lega, Gianmarco Centinaio, ha spiegato ai cronisti quali sono state le decisioni della conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama che si è appena conclusa."Per tutta la prossima settimana ci sarà la discussione generale del ddl sulle Unioni civili. Ma non è stata indicata né una data d'inizio delle votazioni degli emendamenti, né una data finale del voto conclusivo del provvedimento". Intanto, la Lega Nord è pronta a ritirare "il 90%" degli oltre 5mila emendamenti presentati al ddl unioni civili. Ad annunciarlo, sempre Gian Marco Centinaio. Angelino Alfano torna però alla carica e ribadisce lo sbarramento centrista: se anche passasse la legge Cirinnà "ho messo in conto un referendum abrogativo".

© Riproduzione Riservata.