BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FEMEN vs MADRE TERESA/ Ma il suo amore folle per la vita piacerebbe anche a Inna Shevchenko

Pubblicazione:lunedì 4 gennaio 2016

Madre Teresa di Calcutta (Foto Evert Odekerken da Wikipedia) Madre Teresa di Calcutta (Foto Evert Odekerken da Wikipedia)

La santità non è per donnicciole sottomesse od omini senza nerbo. La santità è quella cosa per cui ci lasci la vita e sicuramente il buon nome. I più grandi santi che conosco hanno rischiato di essere buttati fuori dalle stesse istituzioni da loro create e non di rado è avvenuto sul serio. Hanno subito calunnie e persecuzioni spesso tra le stesse persone della loro casa. Non è roba facile essere santi. San Giovanni di Dio finì in manicomio. San Giovanni della Croce imprigionato in una cella minuscola e laida. San Francesco, con le stimmate, rinunciò alla guida dell'ordine. Non basta il corpo nudo di cui parla Inna e che mostra. Non bastano i muscoli, anche se a volte sono serviti. Penso ad un santo che è passato dalle truppe mercenarie ai lazzaretti che lui stesso ha fondato e trasformato in ospedali, l'ex soldato di ventura Camillo de Lellis.

Ecco, io credo che se potessero parlare veramente con Madre Teresa, le Femen amerebbero la tosta suora albanese e amerebbero la rivoluzione della santità. Chissà se, a twitter chiuso, Inna leggerà qualcosa di quello che l'anti-donna Madre Teresa ha scritto nella storia di tante vite. Chissà se avrà tempo per la rivoluzione della santità: ce ne vuole tanto di tempo per essere santi, ci vuole tutta la vita.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
04/01/2016 - Chi finanzia le Femen? (LILIANA TENTI)

Si sa da tempo che le Femen sono finanziate da Soros uno speculatore spietato, responsabile in passato del crollo della Lira e che oggi millanta atteggiamenti pseudo-filantropici (finanziamento a primavere arabe e a Open Migration) che puzzano tanto di massoneria. Dove può attaccare il cristianesimo infatti non si tira mai indietro. Con il femminismo delle origini, che partiva dalle donne, queste signore hanno poco a che fare.