BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BOMBA BANCA ETRURIA / Ordigno rudimentale davanti a filiale in provincia di Perugia: la Procura apre inchiesta (ultime notizie, oggi 7 gennaio 2016)

Bomba in Banca Etruria, un ordigno rudimentale davanti alla filiale di Ponte San Giovanni, in provincia di Perugia: gli artificieri fanno brillare la bomba, era pronta ad esplodere

Immagini di repertorio (Infophoto) Immagini di repertorio (Infophoto)

BOMBA BANCA ETRURIA, ORDIGNO RUDIMENTALE DAVANTI A FILIALE IN PROVINCIA DI PERUGIA: POTEVA ESPLODERE, GLI ARTIFICIERI LA FANNO BRILLARE. LA PROCURA APRE UN'INCHIESTA (ULTIME NOTIZIE, OGGI 7 GENNAIO 2016) - Ancora mistero attorno al fatto accaduto questa mattina davanti alla Banca d'Etruria con una bomba artigianale trovata in una busta davanti all'ingresso della filiale di Ponte San Giovanni, probabilmente rimasta lì tutta la notte. Sono stati trovati al suo interno chiodi e altro materiale che potrebbero far risalire ad una costruzione rudimentale della bomba: ora comunque gli artificieri l'hanno fatta brillare per evitare problemi e immediatamente la Procura ha aperto un'inchiesta per chiarire al meglio tutta la vicenda, specie se si tratta di uno scherzo di cattivo gusto o se effettivamente l'obiettivo era creare una esplosione davanti ad una banca al centro del caos in questo periodo per il cosiddetto Salva banche e per i fallimenti di questa e di altre tre agenzie di credito. Ad indagare è arrivato il sostituto procuratore della Repubblica, Giuseppe Petrazzini, con la collaborazione dei carabinieri che sono intervenuti subito sul posto dopo le chiamate allarmate della popolazione in provincia di Perugia.

BOMBA BANCA ETRURIA, ORDIGNO RUDIMENTALE DAVANTI A FILIALE IN PROVINCIA DI PERUGIA: POTEVA ESPLODERE, GLI ARTIFICIERI LA FANNO BRILLARE (ULTIME NOTIZIE, OGGI 7 GENNAIO 2016) - Paura questa mattina per una bomba lasciata davanti a filiale di Banca d'Etruria in provincia di Perugia, a Ponte San Giovanni per la precisione: un ordigno rudimentale trovato questa mattina dentro ad una busta, era pronto per esplodere riferiscono i primi testimoni e le forze dei Carabinieri intervenuti immediatamente. Pochi minuti fa è stata fatta brillare dagli artificieri dei carabinieri stessi, facendo dunque ora rientrare l'allarme che si è scatenato attorno ad una banca già nell'occhio del ciclone ultimamente per il caos banche e il decreto salva-banche del governo. Secondo quando emerge dalle analisi, all'interno del pacco bomba rudimentale c'erano delle lattine riempite di chiodi, del fertilizzante e una batteria, tutto utilizzato comunemente negli ordigni artigianali. La busta, raccontano i primi testimoni sulle varie agenzie, sarebbe stata lasciata probabilmente durante la notte e ora bisogna ovviamente capire quando e sopratutto chi l'ha posta lì davanti a questa filiale. Fondamentali saranno le prime immagini che verranno visitante con la sorveglianza della zona.

© Riproduzione Riservata.