BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

TOMBE CRISTIANE DISTRUTTE / Attacco in Terra Santa: "Croci spezzate da ignoti" (Ultime notizie, oggi 9 gennaio 2016)

Tombe cristiane distrutte in Israele: decine di sepolcri profanate da ignoti. L'accaduto risale alla metà di dicembre: il Patriarcato Latino ha chiesto alle autorità maggiore serietà.

Croce (Fonte Infophoto)Croce (Fonte Infophoto)

Un episodio davvero spiacevole e da condannare: è quello riportato dalla versione online de "Le Figaro", secondo cui decine di tombe collocate all'interno del monastero cristiano di Beit Jamal a Gerusalemme, in Israele, sarebbero state vandalizzate da ignoti. A raccontare l'accaduto è stato il Patriarcato Latino di Gerusalemme, che sabato ha esortato le autorità a fare di tutto per assicurare alla giustizia i colpevoli. Secondo la versione del Patriarcato Latino "le croci in calcestruzzo e legno di alcune tombe sono state rotte e gettate a terra" e i fatti risalirebbero alla "metà di dicembre". Non si tratta del primo attacco alla cristianità in Terra Santa: in passato altri atti di profanazione o tentativi di incendio si erano verificati in Israele e nello stesso monastero, per la precisione nel 1981, un episodio simile era avvenuto senza che i colpevoli fossero stati identificati. Il portavoce delle Chiese Cattoliche in Terra Santa, Wadi Abounassar ha chiesto che "tali atti vengano trattati dalle autorità israeliane con maggiore serietà", esortando "la polizia e le autorità israeliane in generale", a fare di tutto per rintracciare i colpevoli.

© Riproduzione Riservata.