BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ULTIME NOTIZIE / Oggi, ultim'ora: Germania, terrorismo, allarme bomba evacuata una stazione ferroviaria (martedì 11 ottobre 2016)

Ultime notizie, ultima ora di oggi martedì 11 ottobre 2016. Fabrizio Corona torna di nuovo in carcere, due clochard vengono dati alle fiamme a Palermo. 

Fabrizio Corona (Lapresse) Fabrizio Corona (Lapresse)

Era un falso allarme fortunatamente quello che ha obbligato a evacuare la stazione ferroviaria della città tedesca di Rastatt nel sud del paese. La polizia aveva fatto evacuare anche il piazzale antistante l'edificio e interrotto il traffico ferroviario. Le ricerche però non hanno dato alcun risultato, nessun esplosivo è stato trovato. L'allarme era stato dato per telefono. In ogni caso lo stato di allerta rimane massimo in tutto il paese dopo che nei giorni scorsi un profugo siriano è stato arrestato: nella sua abitazione è stato trovato dell'esprlosivo e lui stesso aveva detto che stava preparando un attentato in una stazione.

E' sempre paura terrorismo in Germania. Questa mattina è stata evacuata la stazione ferroviaria della città di Rastatt nella regione del Baden-Wuerttemberg vicino al grosso centro industriale di Karlsruhe nel sud del paese. E' infatti scattato un allarme bomba, come spiegano i media tedeschi citando le parole di un portavoce della polizia. Sul posto agenti di polizia e squadre di artificieri. Il traffico ferroviario è interrotto ed è stata evacuata anche la piazza davanti alla stazione. Troppo presto per sapere se si tratti di un falso allarme o di un pericolo reale.

A Bologna sono in corso scontri tra attivisti dei collettivi e le forze dell'ordine. Gli incidenti si sono verificati quando la polizia  ha cercato di far sgomberare una palazzina occupata abusivamente da un centinaio di persone tra cui intere famiglie. I manifestanti hanno fatto cerchio intorno all'edificio bloccandone l'accesso e le forze dell'ordine li hanno caricati. Il condominio occupato si trova in via De Maria.

Atto di intolleranza o atto di violenza dettato dalla noia, non ha altre “spiegazioni” il gesto che ha portato al ferimento di un uomo e una donna senza "fissa dimora" alla periferia di Palermo. I due stavano occupando abusivamente un magazzino, quando sono stati bersagliati con una bomba "molotov", le fiamme propagatasi dall’esplosione hanno avvolto la loro tenda ferendoli gravemente. Gli investigatori giunti sul posto hanno operato molti rilievi sul luogo dell’incidente, mentre i due, Umberto Geraci e Jessica Modica, sono stati trasportati al civico di Palermo. Qualche giorno fa un simile episodio era avvenuto a Siracusa, a farne le spese in quel caso un anziano pensionato, l’uomo ancora lotta tra la vita e la morte al "centro grandi ustioni" di Catania. 

In un clima avvelenato dallo scandalo sulle frasi sessiste di Trump, è andato in scena ieri, il secondo atteso faccia a faccia tra i candidati alla presidenza americana. Anche questa seconda battaglia verbale, almeno a sentire i primi sondaggi, è stata vinta dalla Clinton, brava a sfruttare l’irruenza di un Trump, apparso però sicuramente in miglior forma rispetto al primo dibattito. Confermate le linea guida dei due candidati, la battaglia di parole si è svolta principalmente sul carattere del magnate della "grande mela". Trump ha provato a ribattere colpo su colpo, lanciando a sua volta accuse contro la Clinton e il marito Bill, colpevole secondo il repubblicano di "mettere in pratica, con le donne, quei fatti che lui si limita solamente ad immaginare". Secondo i sondaggisti resta comunque ancora alta la differenza tra i due, con la donna in vantaggio.

Gli uomini della Polizia di Milano hanno notificato quest’oggi l’ennesimo ordine di arresto per Fabrizio Corona, l’uomo è stato immediatamente ricondotto a San Vittore, per scontare la pena residua che assomma a oltre 5 anni di carcere. All’ex paparazzo è stata contestata la "professionalità del reato", stante il ritrovamento di oltre un milione e mezzo di euro, operato durante una perquisizione in un suo appartamento. L’ingente somma non ha trovato giustificazioni, è ha instillato negli investigatori il sospetto che possa essere riconducibile alla gestione degli introiti, in nero, delle serate di alcune modelle dell’agenzia di moda "Atena", agenzia di cui è titolare Corona insieme a Francesca Persi, anche la donna è stata arrestata. Non è la prima volta che Corana si ritrova sui giornali, scarcerato nel 2015 è stato fatto oggetto di diversi "provvedimenti di ammonizione" non ultimo quello di fine estate, quando era stato sorpreso su uno Yacht mentre stava godendosi una "vacanza non autorizzata".

Stava quasi avvenendo il "miracolo macedone", quando la piccola rappresentativa di calcio stava vincendo contro gli azzurri. Alla fine ci ha pensato Ciro Immobile con una doppietta nel finale, a ribaltare la partita, una partita affrontata dagli uomini di Ventura con un "approccio mentale" da dimenticare. Il tecnico ha espresso la sua consapevolezza di avere a che fare con "errori di gioventù", errori come quello dell’opaco Verratti che hanno propiziato i goal degli avversari. Con la vittoria di ieri l’Italia è in testa nel girone di qualificazione, in coabitazione con la Spagna, le "furie rosse" sono però avanti grazie alla migliore "differenza reti".

© Riproduzione Riservata.