BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SAN BENEDETTO/ Santo del giorno, il 13 ottobre si celebra san Benedetto del Tronto

San Benedetto del Tronto è il santo che viene celebrato nella giornata di oggi, giovedì 13 ottobre 2016, dalla chiesa cattolica. Era un soldato dell'Impero Romano, la sua storia

Immagine presa dal webImmagine presa dal web

San Benedettodel Tronto, da non confondere con l'altro santo che ha il medesimo nome, vive nel periodo peggiore per la storia del cristianesimo, ovvero quello durante il quale erano in atto le persecuzioni contro i religiosi. San Benedetto, che era un soldato dell'Impero Romano, si distinse per l'aver partecipato a tantissime battaglie e per aver condotto il suo battaglione verso tantissimi trionfi. Durante una delle tantissime battaglie, san Benedetto iniziò ad avere dei dubbi sulla reale esistenza di tantissime divinità: questo in quanto, il soldato che poi venne promosso al ruolo di generale, sosteneva che il cristianesimo fosse la sola religione da seguire, anche perché molti insegnamenti gli permisero di modificare il suo stile di vita. Seppur con tantissimi dubbi nella mente, il generale san Benedetto non si tirava indietro dalle tante battaglie: egli era consapevole del fatto che, l'Imperatore, era una figura che doveva essere rispettata e che per nessun motivo doveva essere contraddetta o messa in dubbio. Questo anche per il semplice fatto che, il soldato, sapeva benissimo a cosa sarebbe andato incontro in caso di ribellione: la pena capitale, inferta a tantissimi ribelli, nemici dell'imperatore ed anche ai diversi cristiani, non gli permettevano di poter adottare un comportamento del genere. Fin da giovane egli fu educato al rispetto per l'autorità e la vita militare aveva rinforzato questi concetti: per san Benedetto però, il dubbio che quello che stesse facendo fosse corretto continuava ad essere presente nella sua mente e non faceva altro che creargli ulteriori dubbi ed angosce.  

Però continuava ad essere fedele al suo imperatore, Diocleziano, definito come un uomo che non conosceva il termine clemenza e soprattutto non voleva essere messo in secondo piano dalla sua popolazione. Il soldato decise quindi di evitare ogni tipo di scontro diretto con questa figura, ma la notizia che ci sarebbero state altre persecuzioni nei confronti dei cristiani lo aveva completamente lasciato di stucco. San Benedetto sapeva benissimo che i cristiani non si sarebbero ribellati e avrebbero perso volentieri la vita pur di non voltare le spalle al loro credo. Tutto questo insieme di dubbi si fece pesante come un macigno nella mente di san Benedetto, che per sua decisione decise di unirsi ai pochi cristiani che erano in vita nel territorio dell'Impero. San Benedetto credeva che, in caso di opposizione all'imperatore, egli sarebbe stato risparmiato in quanto ottimo soldato e valoroso condottiero. Purtroppo però, il soldato san Benedetto non aveva fatto i conti con la poca clemenza di Diocleziano, che decise di giustiziare san Benedetto come esempio che, coloro che osavano ribellarsi, dovevano tenere bene a mente. San Benedetto venne infatti decapitato sul ponte Menocchia dopo essersi rifiutato di obbedire agli ordini imperiali di abbandonare la religione cristiana. Il suo corpo seguì poi la testa, entrambi gettati nel corso d'acqua che conduceva al mare. Qui, il corpo martoriato di san Benedetto venne trovato da un contadino, che decise di avere clemenza del soldato e decise di seppellirlo nei pressi della campagna che si trovava a pochi passi da casa sua. 

Nasce in questo modo san Benedetto del Tronto, che viene ricordato come grande condottiero costretto a perdere la vita a causa dei suoi ideali, che non vennero rispettati da parte dell'imperatore. Celebrato il tredici ottobre, giorno della sua morte, nella città vengono effettuate diverse manifestazioni in ricordo di questo condottiero. 

Stessa sorte accadde a San Lubenzio, che venne torturato a morte dalle guardie dell'Impero Romano. Egli fece un solo errore, ovvero quello di opporsi alla volontà dell'imperatore stesso, cosa che non veniva assolutamente tollerata.  Egli venne torturato a morte, per poi essere giustiziato, al contrario di Benedetto che vende solamente decapitato in onore e rispetto per il ruolo di soldato che aveva orgogliosamente rivestito.

© Riproduzione Riservata.