BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SONDA SU MARTE/ Che cosa può guarire la nostra irrequietezza?

Asperità marziane (LaPresse) Asperità marziane (LaPresse)

Tutto, o quasi, lecito e comprensibile. Ma l'animo non muta, avverte Orazio. Ci vuole altro per vincere l'accidia. Scriveva a questo proposito il cardinale Ratzinger nel 1989: "Più importante è il fatto che la diagnosi indica anche la via della guarigione. Soltanto il coraggio di ritrovare la dimensione divina del nostro essere e di accoglierla può ridare alla nostra anima e alla nostra società una nuova intima stabilità".

Vale a dire ritrovare la magnanimità di chi si sa grande non solo perché va su Marte, ma soprattutto perché è stato pensato e voluto da Dio.

© Riproduzione Riservata.