BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EMANUELA ORLANDI / News, il messaggio di Marco Accetti: la voce sul nastro è davvero della ragazza scomparsa? (Oggi, 21 ottobre 2016)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Emanuela Orlandi  Emanuela Orlandi

EMANUELA ORLANDI NEWS, IL GIALLO DELLE VOCI SUL NASTRO: SONO DELLA RAGAZZA SCOMPARSA? LE PAROLE DI MARCO ACCETTI (ULTIME NOTIZIE OGGI, 21 OTTOBRE 2016) - Il caso di Emanuela Orlandi è tornato alla ribalta nelle passate settimane in seguito alla messa in onda in diretta tv, nel corso della trasmissione Chi l'ha visto e per la prima volta, dell'audio relativo ad un nastro che conterrebbe la voce della ragazza scomparsa. Tanti i misteri attorno a questo nastro: come mai le voci maschili sarebbero scomparse? Si tratta davvero di Emanuela Orlandi la voce che si ascolta e che sembra dimenarsi e lamentarsi, forse vittima di qualche inaudita violenza? Il fratello Pietro, in diretta tv non avrebbe del tutto archiviato il dubbio. Intanto, nelle ultime ore ad intervenire con un messaggio postato sul gruppo Facebook "Giornalismo investigativo by Fabrizio Peronaci" sarebbe stato Marco Accetti, il superteste, il quale avrebbe nuovamente aperto la strada ai dubbi facendo però intendere che la voce del nastro fosse realmente di Emanuela: "Riguardo la voce femminile registrata, e fatta sentire telefonicamente alla famiglia: non è verosimile pensare che coloro che volevano creare quel grosso caso mediatico nell'83, già al primo contatto con la famiglia, facessero sentire una voce che non fosse realmente appartenuta alla Orlandi", scrive. Secondo Accetti, se fosse andata così i parenti lo avrebbero fatto subito presente agli inquirenti ed alla stampa. "Contrariamente i parenti hanno riconosciuto la voce riferendolo agli inquirenti, e ciò ha dato credito ai telefonisti permettendo loro di continuare i contatti. Confrontando tale voce dell'Emanuela con la voce delle presunte torture, quando quest'ultima non si lamenta o urla, ma esprime toni non concitati, è semplice coglierne l'identicità", ha chiosato Accetti.

EMANUELA ORLANDI NEWS, IL GIALLO DELLE VOCI SUL NASTRO: SONO DELLA RAGAZZA SCOMPARSA? SCONTRO SU FACEBOOK TRA PIETRO ORLANDI E FABRIZIO PERONACI (ULTIME NOTIZIE OGGI, 21 OTTOBRE 2016) - In questi giorni i riflettori sono tornati ad accendersi sul giallo di Emanuela Orlandi, la giovane 15enne misteriosamente scomparsa oltre 30 anni fa. Un giallo che è approdato anche sul grande schermo con la pellicola di Roberto Faenza dal titolo La verità sta in cielo e presentata la scorsa domenica nel corso della trasmissione Domenica In su Rai 1. In quell'occasione era intervenuto anche il fratello di Emanuela, Pietro Orlandi, da sempre in prima linea nella ricerca della verità su quanto accaduto alla giovane studentessa di Città del Vaticano. Un intervento che al giornalista del Corriere della Sera, Fabrizio Peronaci, non era affatto piaciuto al punto da esprimere la sua idea sulla sua pagina Facebook. Negli ultimi giorni, tuttavia, il giornalista ha riportato altre importanti informazioni tramite il suo gruppo dal titolo "Giornalismo investigativo by Fabrizio Peronaci" in merito alle dichiarazioni di Marco Accetti, sentito telefonicamente dallo stesso. "Poco fa ho sentito telefonicamente Marco Accetti, il quale testualmente fa sapere: so bene chi fossero i tre uomini le cui voci sono state cancellate dal noto nastro di via della Dataria; so chi fu ad adoperarsi per la manipolazione dello stesso; su uno dei lati è registrata la voce di Emanuela Orlandi, facilmente desumibile dal confronto con altra registrazione genuina, nonché suoi gemiti e lamenti, in relazione a condotte che non è il caso di riferire in questa sede", scriveva Peronaci lo scorso 19 ottobre aprendo la strada ad una serie di commenti che hanno visto protagonista anche lo stesso Pietro Orlandi. Un'utente ha commentato rivolgendosi al giornalista e sottolineando l'importanza delle voci sul nastro poi cancellate e udibili sul medesimo lato in cui era stata registrata anche la presunta voce di Emanuela Orlandi, della quale lo stesso Peronaci sembrava certo potesse essere attribuita ad una attrice porn0. "Quando io dicevo che forse una delle frasi di quella maledetta cassetta poteva essere di Emanuela sono stato criticato e accusato quasi di sciacallaggio ed aver usato quella cassetta con uno squallore mediatico, ora si dà per certo che fosse Emanuela perché lo dice Accetti quando lo stesso poco tempo fa mi diceva che non si trattava di Emanuela ma di un'attrice consenziente. A me non bastano più le sue parole se non supportate da prove altrimenti chiunque si può alzare la mattina e sentenziare verità", è stato il commento durissimo di Pietro, fratello della scomparsa. Uno scontro epistolare tramite Facebook che è proseguito con la replica del giornalista che ha giustificato il suo operato asserendo di essere sempre stato in buona fede. "Speravo che non fosse la voce di Emanuela! E comunque da qui a dare l'assenso a farla sentire in TV, con questo dubbio atroce, ce ne corre. Non andava avallata una operazione del genere, di pessimo gusto, di questo resto straconvinto e spero che un giorno perlomeno ammetterai che lo faccio per dignità umana. Per la tua famiglia e per Emanuela", ha chiosato il giornalista.



© Riproduzione Riservata.