BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Germana Chiodi / Testamento Bernardo Caprotti: il fondatore di Esselunga lascia 75 milioni alla segretaria. E non è la prima volta.. (25 ottobre 2016)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Bernardo Caprotti  Bernardo Caprotti

GERMANA CHIODI, TESTAMENTO BERNARDO CAPROTTI: IL FONDATORE DI ESSELUNGA LASCIA 75 MILIONI ALLA SEGRETARIA STORICA. E NON È LA PRIMA VOLTA.. (OGGI, 25 OTTOBRE 2016) - Si continuerà a parlare a lungo di Bernando Caprotti, il defunto patron dell'Esselunga, e della sua scelta di lasciare in eredità alla segretaria storica 75 milioni di euro, esattamente la metà dei suoi risparmi. La scelta del fondatore del colosso dei supermercati, però, deve sorprendere fino ad un certo punto. Non è la prima volta, infatti, che Caprotti fa una "donazione" di questo genere alla Chiodi. Come riferisce letteradonna.it, infatti, già nel 2013 il "Dottore" aveva destinato alla segretaria 10 milioni di euro. Questa volta, oltre ai 75 milioni di euro, Caprotti ha aggiunto anche "due dipinti di fiori di Mario Nuzzi", ulteriore testimonianza della stima che lo legava a quella fidata collaboratrice che custodiva "il ricchissimo archivio che narra anche le molte dolorose vicende familiari oltre che aziendali".

GERMANA CHIODI, TESTAMENTO BERNARDO CAPROTTI: IL FONDATORE DI ESSELUNGA LASCIA METÀ DEI SUOI RISPARMI ALLA SEGRETARIA STORICA (OGGI, 25 OTTOBRE 2016) - Bernardo Caprotti, il fondatore e patron dell'Esselunga morto il 30 settembre scorso all'età di 90 anni, ha lasciato in eredità a Germana Chiodi, sua storica segretaria, metà dei suoi risparmi, calcolabili in 75 milioni di euro. Lo riferisce La Stampa, secondo cui l'altra metà dei soldi di Caprotti, secondo la volontà espressa nel suo testamento, verrà equamente divisa tra i 5 nipoti. L'Ansa, informata da fonti vicine alla famiglia dopo che l'esecutore testamentario Stefano Tronconi ha verificato la consistenza dei risparmi, ha chiarito che a beneficiare di circa 15 milioni a testa saranno dunque Fabrizio e Andrea, figli del fratello Claudio, e gli altri 3 nipoti, figli del fratello Giuseppe. Germana Chiodi aveva iniziato a lavorare per il colosso dei supermercati nel 1968, appena maggiorenne: nelle ultime fasi, da quando il "Dottore" non era più presente in azienda per gestire personalmente la sua creazione, la Chiodi, come ricorda La Stampa, si occupava di gestire la segreteria di direzione di Esselunga e assisteva anche Giuliana, seconda moglie di Bernardo Caprotti e la loro figlia Marina.



© Riproduzione Riservata.