BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CREMAZIONE/ Non disperdiamo i nostri cari, perché chi si ama si attende

Pubblicazione:

Il card. Gerhard Müller, prefetto della Congregazione per la dottrina della fede (LaPresse)  Il card. Gerhard Müller, prefetto della Congregazione per la dottrina della fede (LaPresse)

Siamo fatti per stare insieme. Per sapere dove è l'altro. Ecco cosa vuol dire che l'amore è vita.

Che si vive solo amati e amando. Solo uniti. La morte non ha leggi a sé stanti: ha le leggi della vita.

Ogni uomo è un mondo di relazioni, di sentimenti, di pensieri, di vizi e virtù. Tutto questo un giorno sarà come fermo, fermato, silenzioso, e qualcuno si siederà, si inginocchierà accanto a noi per parlarci ancora, per parlare a Dio di noi, per parlare con noi. Si chiama pregare. Ha bisogno di un luogo, di una presenza. Finché è possibile preserviamo questo stare insieme. Non facciamo del mare, dell'aria, un monumento ai caduti. Lo si è fatto, e purtroppo lo si fa ancora, perché le guerre non finiscono: la piazza centrale col suo monumento ai caduti. Ma, appunto, quei morti non hanno una tomba perché sono dispersi. Se potessimo averli con noi, li faremmo riposare accanto a noi.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
26/10/2016 - Io ho paura della cremazione... (claudia mazzola)

Mio zio è morto a 56 anni, funerale in chiesa, è stato cremato. Il figlio ha sparso le ceneri al vento. Io non so dove portare un fiore per lo zio.