BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

CRISTIANO UCCISO / India, politico massacrato a colpi di machete: altro caso Shahbaz Bhatti? (Oggi, 5 ottobre 2016)

Cristiano ucciso in India, politico cristiano massacrato a colpi di machete a sud del paese, le ultime notizie di oggi 5 ottobre 2016. Un altro caso come quello di Shabhaz Bhatti?

Terrorismo (foto: LaPresse)Terrorismo (foto: LaPresse)

Orrore in India dove un politico cristiano è stato ucciso nella giornata del 2 ottobre a sud di Chennai: un cristiano pentecostale, un politico membro del Consiglio di un piccolo municipio locale del partito DMK, legato al Consiglio globale dei cristiani indiani. Repubblica ha raccolto le firme informazioni che sono filtrate dall’India e ha raccontato come la mattina del 2 ottobre il 34enne Dhanasekharan, il nome diffuso da Fides, era in una sala di preghiera quando ha ricevuto una chiamata per partecipare alla preghiera in una chiesa di un’altra località. Una volta però uscito è stato aggredito brutalmente da un commando di uomini armati di falci e armi da taglio: a colpi di machete hanno preso a botte fino alla morte il povero politico cristiano che ha cercato inutilmente di fuggire ma ha perso la vita senza scampo. I membri del partito hanno preso forte posizione contro il governo del Paese, perché non si sentono tutelati dai troppi atti intimidatori e come inc questo casi anche terroristici. «Questo omicidio è l'ulteriore dimostrazione che le minoranze cristiane sono particolarmente vulnerabili. La scia di aggressioni compiute da militanti indù ai danni dei fedeli pentecostali è nota. La polizia sta indagando ma a nostro parere Dhanasekharan è stato ucciso anche a causa della sua fede», afferma a Fides il presidente del Consiglio globale dei cristiani indiani (Gcic). Un altro caso Shahbaz Bhatti? Purtroppo riaffiora il caso orribile del 2011 in cui un celebre politico pachistano del partito cristiano di minoranza venne assassinato proprio per la sua testimonianza di fede in politica, oltre che la sua difesa della cristiana Asia Bibi, condannata a morte per blasfemia in Pakistan. Il Medio Oriente e l’Asia stessa proseguono in questi tanti purtroppo casi di omicidio per motivi politici-confessionali: un orrore che non ha fine e che vede coinvolti sempre più Paesi nel mondo.

© Riproduzione Riservata.