BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELEONORA BRIGLIADORI / “Umberto Veronesi non è morto, non ho visto il cadavere”: post su Facebook poi rimosso (oggi, 10 novembre 2016)

Pubblicazione:

Eleonora Brigliadori  Eleonora Brigliadori

ELEONORA BRIGLIADORI CHOC, “UMBERTO VERONESI NON È MORTO, NON L’HO VISTO BRUCIARE”: IL MISTERO SU FACEBOOK (OGGI, 10 NOVEMBRE 2016) - Ne combina un’altra Eleonora Brigliadori dopo la polemica sulle Iene e la presunta aggressione a Nadia Toffa: in un post piuttosto misterioso subito dopo rimosso dalla sua pagina di Facebook, l’attrice da anni ormai impegnata nelle teorie esoteriche e nelle battaglie contro vaccini e chemioterapie, ha scritto un commento sulla morte di Umberto Veronesi, noto oncologo scomparso due giorni fa a Milano e con domani i funerali laici in Camera Ardente. «Purtroppo l’anima devastata di questo uomo (Umberto Veronesi ndr) continuerà a fare del male ammesso che fosse morto, che possa davvero morire, perché ha costruito un impero con i suoi soldati demoniaci che sono già pronti a moltiplicare il male che lui aveva predisposto all’infinito…Tra l’altro non si spiega come mai sia morto a casa avendo un bell’ospedale a disposizione, io non ho visto il cadavere». Alcuni siti come SoloGossip e il Giornale hanno riportato il post con tanto di screeenshot visto che poco dopo è stato rimosso dalla sua pagina ufficiale. L’attacco choc è riferito a Veronesi in quanto rappresentante di quel mondo, la medicina tradizionale, di cui Eleonora Brigliadori è ormai una strenua nemica. Il delirio del post continua quanto aggiunge «Non l’ho visto bruciare in una pira funebre, posso pure rifiutarmi di credere che sia morto e che questa sia una semplice uscita di scena strategica, in un momento cruciale per andare a governare il suo impero del male con un profilo invisibile». Un messaggio davvero misterioso da comprendere visto che attacca Veronesi di essere uscito apposta di scena per far avvicinare più persone alla medicina tradizionale. Un’altra uscita e un altro scandalo provocato da questa donna che pare sempre più in difficoltà con attacchi e accuse spesse volte al limite del drammatico.



© Riproduzione Riservata.