BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Papa Francesco / L’intervista con Eugenio Scalfari: da Trump ai cattolici in politica, ‘abbattere muri e disuguaglianze’

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagine dal web  Immagine dal web

PAPA FRANCESCO, L’INTERVISTA CON EUGENIO SCALFARI: MURI E GUERRA, “IL RICHIAMO ALLA PACE” (OGGI, 11 NOVEMBRE 2016) - Su Repubblica di oggi una lunga intervista del fondatore del giornale Eugenio Scalfari a papa Francesco. Non è la prima volta che i due si incontrano ricavando dei dialoghi, questa intervista è durata circa un'ora lo scorso 7 novembre. Una intervista che comincia chiedendo al papa cosa ne pensi dell'elezione di Donald Trump: "Io non do giudizi sulle persone e sugli uomini politici, voglio solo capire quali sono le sofferenze che il loro modo di procedere causa ai poveri e agli esclusi". A proposito della sua preoccupazione principale, Francesco risponde senza esitazione che si tratta di quella per profughi e immigrati: "Purtroppo molte volte sono soltanto provvedimenti avversati dalle popolazioni che temono di vedersi sottrarre il lavoro e ridurre i salari. Il denaro è contro i poveri oltreché contro gli immigrati e i rifugiati, ma ci sono anche i poveri dei Paesi ricchi i quali temono l'accoglienza dei loro simili provenienti da Paesi poveri. E' un circolo perverso e deve essere interrotto. Dobbiamo abbattere i muri che dividono". Il colloquio entra in dettagli più politici quando Scalfari chiede al papa se pensa a una società socialista del tipo marxiano: "Più volte è stato detto e la mia risposta è sempre stata che, semmai, sono i comunisti che la pensano come i cristiani. Cristo ha parlato di una società dove i poveri, i deboli, gli esclusi, siano loro a decidere. Non i demagoghi, non i barabba, ma il popolo, i poveri, che abbiano fede nel Dio trascendente oppure no, sono loro che dobbiamo aiutare per ottenere l'eguaglianza e la libertà". A proposito delle guerre e delle violenze, Bergoglio dice che "Noi cristiani siamo sempre stati martiri, eppure la nostra fede nel corso dei secoli ha conquistato gran parte del mondo. Certo ci sono state guerre sostenute dalla Chiesa contro altre religioni e ci sono state perfino guerre dentro la nostra religione. La più crudele fu la strage di San Bartolomeo e purtroppo molte altre analoghe. Ma avvenivano quando le varie religioni e la nostra, come e a volte più delle altre, anteponevano il potere temporale alla fede e alla misericordia". CLICCA IL PULSANTE > QUI SOTTO PER LEGGERE L'INTERVISTA INTEGRALE A PAPA FRANCESCO DI EUGENIO SCALFARI (da Repubblica)



  PAG. SUCC. >