BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ORARIO INVERNALE TRENITALIA / News, critiche dei pendolari in Liguria e in Abruzzo: “Fs faccia retromarcia” (oggi, 18 novembre 2016)

Pubblicazione:

Foto: LaPresse  Foto: LaPresse

ORARIO INVERNALE TRENITALIA NEWS, CRITICHE DALLA LIGURIA ALL’ABRUZZO (ULTIME NOTIZIE OGGI, 18 NOVEMBRE 2016) - Con l’immissione del nuovo orario invernale di Trenitalia ha sollevato non poche critiche da numerose regioni italiane, in testa Liguria e Abruzzo, con i pendolari scattati e imbufaliti contro il Gruppo Fs per alcune scelte poco comprensibili e penalizzanti gli spostamenti di molti pendolari stessi per la lunga stagione invernale. «L’obiettivo dichiarato da Cgil, Cisl e Uil è respingere l’orario invernale di Trenitalia, raccogliendo le esigenze e le istanze dei sopracitati soggetti, chiamando ad un confronto la stessa società» è il frutto del comunicato dei sindacati generali contro il gruppo FS in Liguria sulla Tratta Genova-Roma ma anche su tanti altre corse. Come spiega Repubblica, all’ordine di questo scontro particolare ci sarebbe «la decisione di Trenitalia di allungare di mezz’ora la durata della percorrenza del viaggio da Genova a Roma, tanto che il primo treno del mattino partirà alle 5.10 invece che alle 5.49 per arrivare però allo stesso orario di prima, alle 10.03, a Roma Termini». È stato richiesto un incontro urgente con il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti con i membri del Pd che attaccano senza mezzi termini: «Genova è sempre più lontana da Milano, Torino e Roma (per non parlare di molte altre grandi città come Bologna e Firenze) e la Liguria fatica ad avere collegamenti decenti anche al proprio interno e con il Basso Piemonte. Il treno sta diventando un mezzo di trasporto sempre più costoso e lento, ma la Regione sta per firmare ugualmente un contratto di servizio con Trenitalia di nove anni (6 più 3). Chiediamo a Toti e Fs di fare retromarcia», scrivono nella dura nota Raffaella Paita e Giovanni Lunardon del Partito Democratico. Ma non è solo la Liguria a lamentare dell’orario invernale: «l nuovo orario penalizza fortemente i pendolari abruzzesi. Si tratta di un evidente arretramento delle politiche regionali in tema di mobilita': si va dalla riduzione dei treni, alla scarsa capacita’ del nuovo orario di rispondere a pieno alle esigenze dei pendolari fino al colpevole allungamento dei tempi di percorrenza. Sotto questo aspetto, il nuovo orario invernale di Trenitalia Abruzzo non riesce affatto a dare quelle risposte in tema di servizio che i pendolari attendono da anni», scrive in una nota il Comitato Spontaneo dei Pendolari Sulmona-Pescara.



© Riproduzione Riservata.