BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FORTUNA LOFFREDO/ Delitto Caivano: Raimondo Caputo alla figlia Patrizia, ‘non sono un pedofilo, mi hanno incastrato’ (Pomeriggio 5 oggi 22 novembre)

Pubblicazione:

Fortuna Loffredo e la madre Mimma  Fortuna Loffredo e la madre Mimma

FORTUNA LOFFREDO, DELITTO DI CAIVANO: LETTERA DI RAIMONDO CAPUTO ALLA FIGLIA (POMERIGGIO 5, OGGI 22 NOVEMBRE 2016) - Il caso di Fortuna Loffredo torna ancora a Pomeriggio 5 dove praticamente da due settimana ogni giorno vengono presentate le varie novità sul terribile caso di omicidio alla piccola Chicca, nel palazzo degli orrori di Caivano. Ieri la svolta con le parole della figlia di Ramondo Caputo, rinviato a giudizio per l’omicidio volontario della piccola Fortuna, che hanno ribadito la sua fedeltà al padre, al netto di tutti gli errori che combinato nella sua vita: «So che tipo di persona è mio padre, lui ha fatto tanti sacrifici per la famiglia: forse ha compiuto altri reati, ma non è un pedofilo, non avrebbe mai potuto fare del male a dei bambini. Invece credo che Marianna Fabozzi c'entri qualcosa: credo lo abbia incastrato, perché mio padre voleva lasciarla», sono le parole rilasciate ieri da Patrizia Caputo, la figlia di Raimondo che commossa ha parlato anche della lettera inviatale dal padre in carcere. Barbara D’Urso ieri ha letto in diretta il messaggio, in cui Caputo afferma di essere innocente e di essere stato incastrato - anche se non fa nomi specifici, dirà tutto in tribunale - «io mai avrei potuto fare del male a dei bambini». Oggi si torna sul caso, con l’intervista alla mamma di Fortuna, Mimma, e alla nonna Rosaria che fin dal principio ritengono che possa c’entrare nel delitto Marianna Fabozzi oltre a Raimondo.



© Riproduzione Riservata.