BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Santa Cecilia/ Santo del giorno, oggi si celebra la patrona della musica (22 novembre)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagine presa dal web  Immagine presa dal web

SANTA CECILIA: IL 22 NOVEMBRE SI CELEBRA LA PATRONA DELLA MUSICA - Santa Cecilia è anche la patrona della musica: la martire cristiana è celebrata oggi dalla Chiesa Cattolica. Il culto di Santa Cecilia è molto popolare proprio perché è la patrona di tutti coloro che suonano strumenti musicali e cantano. In realtà il motivo per cui Santa Cecilia sarebbe diventata patrona della musica è incerto. Quello che è documentato è il collegamento tra Cecilia e la musica a partire dal tardo Medioevo. Sembra che sia stata interpretata in maniera non corretta l'antifona di introduzione della Messa nella festa della Santa. Mentre gli strumenti musicali (profani) suonavano, Cecilia cantava a Dio interiormente: questo sarebbe stato travisato in Cecilia cantava a Dio con l'accompagnamento dell'organo. E da qui si iniziò, a partire dal XV secolo a raffigurare la santa con un piccolo organo portativo a fianco. Poi fu dedicato a Santa Cecilia, nel XIX secolo, il cosiddetto Movimento Ceciliano, diffuso in Italia, Francia e Germania. Vi aderirono musicisti, liturgisti e altri studiosi, che intendevano restituire dignità alla musica liturgica sottraendola all'influsso del melodramma e della musica popolare.

SANTA CECILIA: IL 22 NOVEMBRE SI CELEBRA SANTA CECILIA - Santa Cecilia nacque nella città di Roma nel II secolo dopo Cristo. La futura Santa fu una nobildonna romana. Santa Cecilia incontrò il nobile Valeriano e se innamorò. I due decisero di sposarsi. Prima del matrimonio, la futura santa pregò il Signore e fece voto di castità. Durante la prima notte di nozze, santa Cecilia confidò al marito di essersi convertita al Cristianesimo e gli confessò di aver fatto voto di castità. A quel punto, Valeriano fu convinto dalla moglie a convertirsi a sua volta al Cristianesimo. Il nobile allora ricevette il battesimo da Papa Urbano I. Valeriano, dopo la sua conversione, fu arrestato dalle autorità romane e condannato alla decapitazione. In seguito alla morte del marito, anche santa Cecilia venne arrestata. La donna venne condannata a morte e fu immersa in dei liquidi bollenti. Santa Cecilia, però, uscì indenne da questo supplizio. La futura santa quindi venne decapitata e affrontò tre giorni di agonia, prima di morire, durante i quali donò tutti i suoi averi alla Chiesa e ai poveri. Dopo la sua morte, la donna fu seppellita nelle catacombe di San Callisto, grazie a Papa Urbano I, che era sempre stato la sua guida spirituale. Santa Cecilia venne proclamata Santa dalla Chiesa e la sua festa si iniziò a celebrare il 22 Novembre di ogni anno. 

SANTA CECILIA, SANTO DEL GIORNO:  FESTE A LEI DEDICATE - Santa Cecilia è Patrona anche della città di Taranto. Il 22 Novembre di ogni anno, a Taranto, dalle prime ore del mattino, la Grande Orchestra di Fiati di Santa Cecilia gira per le vie della città. In contemporanea, in questa giornata giungono a Taranto anche gli zampognari, che vengono dalla Murgia e dalla Calabria. Ad un certo punto, i membri dell'Orchestra e gli zampognari si incontrano e si salutano affettuosamente. Nel pomeriggio, si celebra una Santa Messa, nella Cattedrale di Taranto, in cui si elogia il sacrificio di santa Cecilia. Successivamente, la statua della Santa viene portata in Processione per le vie della città vecchia. Il 22 Novembre di ogni anno, a Taranto, vengono organizzate delle sagre in onore di santa Cecilia, in cui i visitatori possono assaggiare le pettole con il baccalà, con la cannella o con lo zucchero. 

SANTA CECILIA, SANTO DEL GIORNO: PATRONA DI TARANTO - Taranto è una città che si trova in Puglia e che ha più di 200 mila abitanti. Taranto è stata fondata dagli Spartani, ed è l'unica colonia di Sparta, che si trova al di fuori del territorio greco. Tra i monumenti religiosi presenti in città, i più importanti sono la Cattedrale di San Cataldo e la Concattedrale Gran Madre di Dio. Taranto è famosa anche per il suo Ponte Girevole. Si tratta di di una struttura caratteristica, che collega l'Isola del Borgo Antico alla penisola del Borgo Nuovo. Le architetture militari più famose in questa città pugliese sono la Fortezza de Laclos e il Castello Aragonese. La prima struttura è stata fatta costruire nel Settecento da Napoleone Bonaparte per difendere Taranto. Il Castello Aragonese invece è stato realizzato per iniziativa dei Bizantini nel 916, per difendersi dagli attacchi dei Saraceni. La struttura quindi si caratterizza per avere una forma quadrangolare e per essere dotata di un vasto cortile. Taranto è famosa anche per i suoi siti archeologici, che conservano i resti delle antiche necropoli greco-romane e per l'Oasi Palude La Vela. L'Oasi è una bellissima area naturale, che si trova sulle sponde del Mar Piccolo. 

I SANTI E I BEATI DEL 22 NOVEMBRE - Oltre a santa Cecilia, i Santi del giorno 22 Novembre sono: San Benigno di Milano, San Prammazio, San Valeriano di Forlì, San Pietro Esqueda Ramirez e Sant'Anania di Arbela. I Beati del giorno 22 Novembre sono: Salvatore Lilli, Tommaso Reggio, Michele Puig e Giovanna di Montefalco.



© Riproduzione Riservata.