BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COLLETTA ALIMENTARE 2016/ Da Aleppo ad Amatrice, il "mistero" in un sacchetto giallo

Pubblicazione:

Foto Piergiorgio Greco  Foto Piergiorgio Greco

Sempre a Catania, Salvo D'Amico, volontario della Comunità di Sant'Egidio, ha indossato la pettorina gialla per tutta la giornata di ieri. Lui che, ogni settimana, dà il suo tempo alla mensa per i poveri della stazione, e che di tanto in tanto accompagna i malati a Lourdes con l'Unitalsi. Di professione fa il parrucchiere, e per i suoi quarant'anni ha scelto di farsi un regalo speciale: chiudere tre dei suoi quattro negozi e lasciarsi più tempo da dedicare ai bisognosi. Perché? "Perché si riceve di più di quello che si dà" dice senza mezzi termini. E cosa ricevi? "Imparo la gratitudine per quello che ho e che troppo spesso do per scontato".

Da Nord a Sud, in Italia c'è un popolo che, dopo vent'anni, non sa dare una risposta alla domanda: si dona o si riceve con la Colletta?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.