BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Alluvione di Firenze / 4 novembre, 50 anni fa: rischi ancora presenti e i danni dell’Arno oggi sarebbero peggiori

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Firenze  Firenze

ALLUVIONE DI FIRENZE 4 NOVEMBRE, 50 ANNI FA LO STRARIPAMENTO DELL'ARNO. RISCHI ANCORA PRESENTI OGGI - 50 ani fa la terribile Alluvione di Firenze, quel tragico 4 novembre 1966: si pensa però che al giorno d’oggi si siano superati certi problemi soprattutto su eventuali straripamenti dell’Arno ulteriori, anche se oramai sono anni che non accadono fatti del genere. Ecco, i problemi secondo quanto riporta il coordinatore di Italia Sicura, Erasmo D’Angelis, non è esattamente cosi lieta la situazione attuale della città di Firenze. «Se agli interventi locali aggiungiamo l'affinamento delle previsioni meteo e la nascita della protezione civile il rischio a Firenze è diminuito, dal '66, del 30 per cento». Il problema dunque resta, ancora oggi e con danni che sarebbero addirittura peggiori: «dall'alluvione a oggi si è costruito moltissimo, troppo, soprattutto fino al 1970 quando c'era una possibilità di costruzione quasi illimitata. Più immobili, più attività. E di maggior valore rispetto al '66. Tanto che si ipotizza, in caso di alluvione adesso, un danno di 7 miliardi solo a Firenze». In pratica, come ha fatt notare il coordinatore di Italia Sicura nell’intervista a Repubblica, il pericolo invece che diminuire è aumentato con l’aumento parallelo delle attività e del loro valore.

ALLUVIONE DI FIRENZE 4 NOVEMBRE, 50 ANNI FA LO STRARIPAMENTO DELL'ARNO, FOTO - Sono passati 50 anni dall'alluvione di Firenze del 4 novembre 1966: una serie di straripamenti del fiume Arno, in seguito ad un'eccezionale ondata di maltempo che causò gravi danni non solo nel capoluogo toscano ma in gran parte della regione e anche di altre nel nord e centro Italia. Nell'alluvione di Firenze morirono 35 persone: questo dato, inizialmente rimasto misterioso, è stato reso noto solo nel 2006 dall'Associazione Firenze Promuove. I danni però agli edifici e al patrimonio artistico furono ingenti, nonostante i soccorsi siano subito partiti dopo l'alluvione. In particolare migliaia di giovani volontari arrivarono a Firenze per aiutare le popolazioni colpite e recuperare, salvandoli dal fango, le opere d'arte che altrimenti sarebbero andate perse: per la loro attività questi ragazzi furono appunto chiamati 'angeli del fango'. Ma ad essere impegnato nelle operazioni di soccorso fu anche l'Esercito che intervenne con tutti i reparti della Toscana. E proprio per ricordare l'alluvione di Firenze di 50 anni fa, ecco le foto fornite dall'Esercito, foto che mostrano l'impegno dei soldati nel salvataggio e nell'assistenza dei cittadini 

(clicca qui per vedere le foto dell'alluvione di Firenze del 4 novembre 1966).

ALLUVIONE DI FIRENZE 4 NOVEMBRE, 50 ANNI FA LO STRARIPAMENTO DELL'ARNO, LE CELEBRAZIONI - Nel 50esimo anniversario dell'alluvione di Firenze l'amministrazione comunale ha organizzato una serie di celebrazioni in ricordo di quel tragico evento del 4 novembre 1966. Alle ore 9 si terrà un consiglio comunale straordinario nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio e subito dopo il raduno degli Angeli del fango, dove verrà presentata l'intervista inedita a Franco Zeffirelli realizzata dalla Rai. Alle ore 11.30 in programma la Messa in Santa Croce celebrata dal Cardinale Giuseppe Betori. Poi alle ore 13 un corteo raggiungerà Ponte alle Grazie per la deposizione di una corona in Arno in memoria delle vittime. Nel corso della giornata è prevista la presentazione ufficiale del francobollo dedicato agli angeli del fango in Sala d’Arme di Palazzo Vecchio. Alle celebrazioni per l'anniversario dell'alluvione di Firenze parteciperà anche il Presidente della Repubblica che alle ore 17 prenderà parte alla cerimonia ufficiale nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio: saranno proiettate immagini della città alluvionata riprese dai documentari video “Firenze novembre 1966” e dall’inedito “Dopo l’alluvione”. Chiuderà la giornata in ricordo dell'alluvione di Firenze alle ore 20 la fiaccolata dalla Basilica di San Miniato al Monte a Piazza Santa Croce.



© Riproduzione Riservata.