BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Santa Viviana/ Santo del giorno, il 2 dicembre si celebra la patrona di Siviglia: sole o pioggia? Il proverbio legato al meteo

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagine presa dal web  Immagine presa dal web

SANTA VIVIANA: IL 2 DICEMBRE SI CELEBRA SANTA VIVIANA. IL PROVERBIO LEGATO AL METEO - La Chiesa cattolica celebra Santa Viviana oggi 2 dicembre. La Santa è chiamata anche Bibiana o Vibiana. Secondo la tradizione, è stata una giovane cristiana romana che subì il martirio sotto Flavio Claudio Giuliano: le notizie storiche relative alla vita della santa sono in realtà poche. Nella tradizione popolare però a lei è legato un proverbio sul meteo, anche se non esiste alcuna certezza sul rispetto delle previsioni delle condizioni climatiche. Il detto di Santa Viviana era usato per dare un'indicazione climatica su come sarebbe stato il tempo durante l'inverno. Ed esisterebbero due versioni del detto legato a Santa Viviana: 'se piove a Santa Viviana piove 40 dì e una settimana' oppure 'se fa sole a Santa Viviana fa sole 40 dì e una settimana'. Chissà se quest'anno il detto di Santa Viviana legato alle condizioni meteorologiche nelle settimane successive saranno rispettate: dopo il maltempo dei giorni scorsi sul nostro paese in queste ore si sta registrando tempo soleggiato con temperature in rialzo. 

SANTA VIVIANA: IL 2 DICEMBRE SI CELEBRA SANTA VIVIANA - Il 2 dicembre si festeggia santa Viviana, chiamata anche Bibiana o Vibiana. Nacque a Roma nel 347 e vi morì a soli 15 anni, subendo il martirio sotto il dominio di Flavio Claudio Giuliano. Viene citata per la prima volta nel Liber Pontificalis, nel capitolo che tratta la biografia di Papa Simplicio, il quale operò dal 468 al 483. Il queste pagine viene trattato il momento in cui il papa consacrò la basilica dedicata alla santa. Santa Viviana era figlia di una famiglia nobile e cristiana dai tempi di Costantino. Il padre, sorpreso mentre seppelliva i martiri Prisco, Benedetta e Priscilliano venne bollato come schiavo ed esiliato a Acquas Taurinas, dove venne martirizzato nel 361. Da quel momento santa Viviana insieme alla sorella e alla madre si rinchiusero nella loro casa dedicandosi alla preghiera in attesa del loro martirio. Le donne vennero incarcerate e condannate a morire d'inedia, in quanto non avevano voluto rinnegare la fede cristiana. Grazie all'intervento divino, la condanna non diede nessun effetto, così la madre venne decapitata e la sorella spirò sotto le minacce. Aproniano, per santa Viviana, studia un piano veramente diabolico e la mantiene in vita affiancandola ad una donna di malaffare nel mondo della seduzione. Ma santa Viviana non cedette, così il prefetto la fece legare ad una colonna e flagellare senza pietà con verghe munite di pallini di piombo. Il corpo martoriato venne offerto a un gruppo di cani randagi, i quali non lo toccarono, così le spoglie vennero raccolte dal presbiterio dell'epoca che le portò nel palazzo del padre. 

SANTA VIVIANA SANTO DEL GIORNO: PATRONA DELLA CITTA' DI SIVIGLIA - La sua caratteristica più esemplare è raffigurata da una colomba che esce dal suo corpo ad indicare l'innocenza e la purezza. La santa è patrona della città di Siviglia e protettrice degli epilettici e i bevitori, inoltre è invocata contro i mal di testa e le occlusioni intestinali. A Roma si utilizzava anche un'erba conosciuta col nome di erba di santa Bibiana ed era considerato un rimedio per molti mali come influenza e male alle ossa. Veniva utilizzata sotto forma di tisana dopo esser stata raccolta ed essiccata. A questa santa è legato un proverbio che, con qualche variante, si usa in tutta Italia e riguarda le meteorologia: "Il tempo che fa per santa Bibiana lo fa per quaranta giorni e una settimana". Santa Viviana nonostante non sia mai stata canonizzata, è entrata a far parte del martirologo romano, ma non è seguita con particolare venerazione. 

I SANTI E I BEATI DEL 2 DICEMBRE - Il due di dicembre ricorda altri quindici nomi tra santi e beati: sant'Abacuc profeta minore dell'Antico Testamento vissuto tra il VII e il VI secolo a. C.; sant'Aurelia di Alessandria decapitata nel III secolo; sant'Avvakum sacerdote e martire venerato dalla Chiesa dei Vecchi Credenti russi; beato Berengario Cantull; beato Bernardino Palaj monaco francescano a lungo torturato e morto a Scutari nel 1946; santa Bianca di Castiglia regina di Francia; san Cromazio d'Aquileia vescovo di tale città; beato Giovanni Slezyuk vescovo morto in Ucraina nel 1973; beata Maria Angela Astorch, suora clarissa capuccina; sant'Odorisio di Montecassino, abate; san Pimenio di Roma; beato Raffaele Chylinski, padre francescano; san Roberto di Matallana, abate cistercense, invocato contro le calamità nelle campagne, e, per finire, san Silverio papa.



© Riproduzione Riservata.