BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TRIFONE E TERESA / News, nuova lista di testimoni da risentire, la solitudine dei due indagati (Ultime notizie, oggi 10 febbraio 2016)

Le ultime novità sul giallo di Pordenone, il duplice omicidio di Trifone e Teresa: saranno risentiti alcuni testimoni, Giosuè Ruotolo e Rosaria Patrone, i due indagati sempre più soli.

Trifone e Teresa Trifone e Teresa

TRIFONE E TERESA, NEWS SUL DUPLICE DELITTO DI PORDENONE: SARANNO RISENTITI VECCHI TESTIMONI, GIOSUE’ E ROSARIA UNITI DALLA SOLITUDINE (NEWS, OGGI 10 FEBBRAIO 2016) - A quasi un anno dal duplice omicidio di Trifone Ragone e Teresa Costanza, il giallo di Pordenone appare ancora lontano dalla verità. Le ultime novità avrebbero a che fare con una nuova lista di testimoni pronti per essere sentiti in procura a Pordenone. E' quanto svelato dal Corriere Adriatico che evidenzia come i testimoni da sentire sono già stati ascoltati in passato. Le loro dichiarazioni, tuttavia, potrebbero ora assumere un'importanza maggiore soprattutto dopo l'iscrizione nel registro degli indagati di Giosuè Ruotolo e della sua fidanzata, Rosaria Patrone. Dallo scorso settembre ad oggi, stando al quotidiano sopra citato, sono stati raccolti molti elementi che, alla luce degli ultimi risvolti - come l'arma ritrovata nel laghetto del parco di San valentino, oltre all'iscrizione nel registro degli indagati del militare di Somma Vesuviana - potrebbero contribuire ad indirizzare verso la risoluzione del caso e l'individuazione del movente del duplice delitto. In riferimento ai due indagati, uno per omicidio e l'altra per concorso morale o, in alternativa, favoreggiamento, il Messaggero Veneto sottolinea il momento di estrema solitudine vissuto attualmente da Giosuè e dalla fidanzata. E' stato l'avvocato di quest'ultima a dichiarare al quotidiano: "Passa le giornate chiusa in casa a studiare. Non esce mai e di fatto si trova senza amiche anche perché non vuole correre il minimo rischio di coinvolgerle. Spera soltanto che questa storia possa finire presto, per poter ricominciare a vivere".

© Riproduzione Riservata.